"Il Tesoro cercherà di fare di tutto per mettere in sicurezza il nostro Paese": lo ha detto il ministro dell'economia Vittorio Grilli a margine del workshop di Cernobbio commentando il taglio del rating dell’Italia da parte dell’agenzia Fitch (da A- a BBB+) motivato con “l’esito inconcludente del voto” . “Non fa piacere ricevere giudizi di declassamento - ha poi affermato ai microfoni di SkyTG24, ma penso che non possa esser preso come una notizia sorprendente in un momento in cui le economie europee sono in una fase di debolezza a cui l’Italia aggiunge anche una situazione di incertezza politica. Ma penso che l’Italia sarà dare a breve le risposte e i chiarimenti politici necessari. Che è quello che sia Fitch che i mercati si aspettano”

Per Grilli sul downgrade di Fitch nei confronti del nostro Paese ha pesato "il clima di incertezza politica in un momento così complesso dal punto di vista economico". Nonostante il taglio del rating, il ministro dell'Economia si dice comunque "fiducioso" nel "buon andamento" delle aste dei titoli di stato previsti per martedì 12 e mercoledì 13 marzo. "Fare previsioni è impossibile perché vuol dire essere smentiti con grande probabilità" ha premesso Grilli. "Diciamo che negli ultimi anni gli impatti del giudizio delle agenzie di rating sui mercati non sono stati molto forti perché più che guardare avanti prendevano atto di situazioni già presenti e consolidate nei mercati". "Per quanto riguarda le nostre asta - ha concluso - come sempre le prepariamo con grande attenzione quindi sono come sempre fiducioso nel buon andamento".