Guarda anche:
Spread: ecco cosa significa
Cosa sono le vendite allo scoperto
Borse in calo e attacchi speculativi: istruzioni per l'uso


La tensione resta altissima nel mondo della politica economica mondiale ed europea. Dopo la decisione del governo italiano, che venerdì ha annunciato l'intenzione di anticipare entro il 2013 il pareggio di bilancio, la Banca centrale europea fa sapere di aver "esaminato attentamente" la situazione in Italia e in Spagna, di aver "tenuto conto" della posizione espressa da Francia e Germania e annuncia che "risponderà in modo deciso sui mercati".  La risposta alla crisi sarà "significativa e unitaria" sostengono fonti di Eurotower.

La Banca centrale europea comunica di apprezzare le misure intraprese da Roma e Madrid per uscire dalla crisi. "E' su queste basi - si legge nel comunicato ufficiale - che la Bce attuerà il suo Programma di Sicurezza dei Mercati", acquistando i titoli sul mercato secondario.

Una relazione causa effetto, quella tra la l'annuncio del governo Berlusconi e la scelta della Bce, che ha riacceso il dibattito politico in Italia, con i partiti dell'opposizione che accusano l'esecutivo di essersi lasciato commissariare. La decisione italiana, tuttavia trova il plauso di Francia e Germania, che chiedono però l'attuazione immediata di quanto promesso.

Ma il mondo della finanza mondiale è in allarme anche per la decisione di Standard & Poor's di declassare il rating degli Stati Uniti da AAA ad AA+. Per cercare di evitare contraccolpi alla riapertura dei mercati i ministri delle finanze del G7 hanno convocato una conference call notturna che anticipi (e rassicuri) le aperture delle piazza asiatiche.

Le pressioni di Trichet sulla Bce - Nella mattinata di domenica il presidente Jean Claude Trichet aveva ammonito di volere una decisione chiara e di tipo 'politico' dal consiglio direttivo. Dopo la richiesta formale fatta al governo italiano e accolta in meno di 24 ore dall'esecutivo di Roma, di anticipare il pareggio di bilancio di un anno dal 2014 al 2013, il quadro era cambiato rispetto alle perplessità espresse da alcuni componenti del board nei giorni scorsi. Anche la Spagna ha annunciato misure aggiuntive da approvare entro un mese chiedendo in cambio alla Bce di fare il suo dovere per calmare i mercati.
L'implicita smentita dell'acquisto di titoli di stato di Italia e Spagna fatta da Trichet giovedì scorso aveva causato un vero tracollo degli spread dei due paesi oltre quota 400 punti, arginato solo in parte dall'intervento individuale delle banche centrali di Roma e Madrid.

Attesa per il G7
- Intanto il taglio al rating Usa da parte di Standard and Poor's ha fatto scattare di nuovo l'allarme per un possibile crollo dei listini. Allarme che ha spinto i ministri finanziari del G7 a fare una riunione telefonica poco prima dell'apertura dei mercati asiatici (quando in Europa è notte). Alla conference call parteciperanno anche i governatori delle banche centrali dei singoli paesi.

Contatti tra i vice ministri del G20 - In attesa del G7 anche i vice ministri delle Finanze del G20 si sono riuniti in una conference call per discutere sulla crisi del debito europeo e il downgrade del rating degli Usa. Lo ha affermato il vice ministro delle finanze sud coreano, Choi Jong-ku, sottolineando che "la Corea del Sud continua ad avere fiducia nei bond americani, nonostante il downgrade.
"In conference call - ha continuato - ho espresso la posizione della Corea del Sud e cioè che non ci sarà un improvviso cambiamento nella gestione delle riserve finanziarie. Non c'è alternativa ai bond americani che continuano ad essere stabili".

Merkel e Sarkozy: "Attuare rapidmante le misure annunciate" - L'anticipo della manovra italiana dal 2014 al 2013 è di "fondamentale importanza". Così il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy definiscono la decisione dell'Italia presa venerdì scorso. Misure quelle italiane, assieme a quelle spagnole, che "accelerano il processo di risanamento e favoriscono la competitività". Ma i due paesi giudicano essenziale per ristabilire la fiducia dei mercati che l'Italia "attui rapidamente e completamente le misure annunciate" dal Governo, a partire dal raggiungimento del pareggio di bilancio "con un anno di anticipo"

Wall Street Journal: "Cambierà la natura dell'unione monetaria" - "L'intervento della Bce su Italia e Spagna è uno spartiacque negli sforzi dell'Europa. La decisione di acquistare titoli di Stato italiani equivale ad accettare che gli stati membri dell'area euro non sono in grado o non vogliono rispondere efficacemente" alla crisi "lasciando la Bce come ultima risorsa. E questo potrebbe cambiare la natura dell'Unione monetaria". La riunione sarà probabilmente tesa con le divisioni fra Nord e Sud Europa. "La decisione di acquistare titoli di stato dell'Italia e della Spagna" si tradurrà nella maggioranza dei membri del consiglio direttivo a favore e una fazione guidata dalla Germania contraria. La Bce per frenare il contagio "dovrebbe acquistare una significativa quota di bond. L'Italia e la Spagna emettono 600 miliardi di euro di bond l'anno e secondo Bnp Paribas" la Bce "potrebbe acquistarne 230-400 miliardi di euro".

Tutti i video sulla crisi finanziaria