Quattro Frecciarossa in arrivo e in partenza direttamente dall'aeroporto di Malpensa, nuovi collegamenti e nuove fermate per il network dell'Alta Velocità e alcune variazioni negli orari e nella programmazione di altri treni a media e lunga percorrenza.
Dopo le polemiche dei mesi scorsi per i costi dell'Alta Velocità e l'aumento delle tariffe in quasi tutte le tratte, ecco alcune novità introdotte dalle Ferrovie dello Stato nell'orario ufficiale in vigore da lunedì 13 settembre. Grazie a due nuove coppie di collegamenti Frecciarossa (una da e per Napoli, l'altra da e per Firenze), non ci saranno più cambi di treno per i viaggiatori in partenza e in arrivo a Malpensa. I quattro AV giornalieri permetteranno di partire da una delle città della dorsale Napoli-Milano.

Viene poi rimodulata l'offerta sulla Torino-Milano: una nuova coppia di Frecciarossa collegherà le due città negli orari di punta, soprattutto a beneficio di quanti si spostano quotidianamente tra il Duomo e la Mole. In entrambi i sensi, i convogli fermeranno anche a Torino Porta Susa. Due coppie di Intercity Torino P.N.-Milano C.le verranno sostituite dal prolungamento su Torino di quattro EurostarCity Milano-Venezia. Chiude il cerchio MiTo, la nuova fermata di Milano Rogoredo per otto Frecciarossa che collegano il capoluogo piemontese con Roma.

Per quanto riguarda i Frecciargento, in seguito al successo del prolungamento su Bolzano di una coppia di AV Roma-Verona introdotto lo scorso giugno, da domenica prossima diventano 4 i collegamenti giornalieri diretti tra il capoluogo dell'Alto Adige e la Capitale.

L'offerta verso Puglia e Calabria dei treni a mercato, ossia di quelli che non ricevono alcun corrispettivo pubblico, verrà adeguata all'attuale ed effettiva domanda registrata. Permarrà quindi la cancellazione di una coppia di collegamenti tra Roma e Bari, sospesa già a primavera, e sarà cancellata una coppia di Eurostar Fast tra Roma e Lamezia.