Il tasso di disoccupazione stabile a 8,7% ad aprile nei paesi Ocse, senza variazioni su marzo. In Italia più in particolare si è attestato, riferisce l'Ocse sul sito web, all'8,9% con una lieve crescita rispetto all'8,8% segnato
nel mese precedente. Nell'Unione europea il tasso è rimasto al 9,7%, tra i G7 è salito leggermente dall'8,3% all'8,4%, mentre nell'Eurozona è passato dal 10% di marzo al 10,1%.
    
Per il mese di maggio, il tasso è rimasto invariato a 8,1% in Canada mentre negli Usa è calato a 9,7%, con una flessione dello 0,2% su aprile. Tornando ad aprile, rileva ancora l'Ocse, il tasso di disoccupazione piu' alto si e' registrato in Spagna con il 19,7%; quindi Repubblica slovacca (14,1%), Irlanda (13,2%), Portogallo (10,8%), Ungheria (10,4%), Francia (10,1%). I tassi piu' bassi sono stati registrati in Corea (3,7%) e nei Paesi Bassi (4,1%).
    
In cifra assoluta il numero dei disoccupati ad aprile nei paesi dell'area Ocse e' ammontato a 46 milioni e mezzo con un aumento di 3,3 milioni di persone rispetto ad aprile 2009.