Il governo tedesco è ancora aperto a tutte le potenziali offerte per Opel. Lo ha fatto sapere il portavoce dell'esecutivo di Berlino, Ulrich Wilhelm. "Il dossier è ancora aperto a tutti gli offerenti", ha detto Wilhelm, precisando che le trattative tra la casa automobilistica tedesca e il gruppo austro-canadese Magna sono ancora in fase preliminare. Fiat ha scelto di non commentare queste ultime dichiarazioni. Intanto sulla vicenda ha parlato anche il presidente di Confindustria Marcegaglia secondo cui la scelta tedesca che ha penalizzato Fiat è stata dettata solo da logiche politiche.