Tragedia dell'immigrazione nell'Agrigentino. Una trentina di migranti, presumibilmente maghrebini, libici e tunisini, sono sbarcati stamane sulla spiaggia di Torre Salsa, a Siculiana (Agrigento). I profughi sono giunti su una barca. Un elicottero della Guardia costiera sta perlustrando lo specchio di mare antistante Siculiana e ha avvistato due corpi, che sono stati già recuperati. La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo d'inchiesta.  

 

Il racconto dei migranti sbarcati - Otto dei migranti sbarcati sulla spiaggia di Torre Salsa sono stati fermati. Hanno fornito versioni discordanti riferendo che erano circa 40 ed erano stati trasportati da una imbarcazione che li avrebbe lasciati in mare davanti alla costa. Il racconto, tuttavia, non ha convinto gli investigatori per cui è stata disposta la perlustrazione del tratto di mare. Secondo quanto si è appreso, sembrerebbe perdere consistenza l'ipotesi di un naufragio, mentre appare probabile che le due persone ritrovate senza vita siano morte mentre tentavano di raggiungere la terraferma dopo essere stati lasciati in mare dagli scafisti ad alcune centinaia di metri dalla riva.

 

Onu: nel Mediterraneo annegano 2 bambini al giorno - Intanto da Ginevra l'Unicef, l'Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) e l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) rendono noti dati drammatici. Dal settembre 2015, due bambini al giorno sono annegati in media nelle acque del Mediterraneo orientale mentre tentavano con le loro famiglie la pericolosa traversata verso l'Europa. Il numero di decessi infantili è in aumento, hanno aggiunto.

 


   Video Correlati Tutti i video