Cinque manager di Google sono indagati dalla procura di Milano per omessa dichiarazione dei redditi per gli anni di imposta 2009-2013 nell'ambito dell'inchiesta aperta un anno fa nei confronti della società con l'ipotesi di reato di dichiarazione fraudolenta. Avrebbero così evaso le imposte per circa 227 milioni di euro. Lo riferiscono fonti giudiziarie, precisando le indiscrezioni pubblicate da la Repubblica. La società in un comunicato ha dichiarato di rispettare la normativa fiscale dei Paesi in cui opera, ribadendo la propria volontà a collaborare con gli inquirenti.

 

I cinque nelle prossime settimane riceveranno la notifica dell'avviso di conclusione dell'indagine affidata al pm Isidoro Palma.

Il mese scorso, la Guardia di Finanza ha notificato un verbale di constatazione ai vertici di Google in cui si quantifica in 227 milioni di euro l'ammontare che la società Usa avrebbe evaso al fisco italiano tra il 2009 e il 2013 tramite la controllata irlandese Google Ireland.