È in arrivo sul nostro Paese la prima di una serie di perturbazioni che porteranno pioggia e neve per tutta la settimana. Tra martedì e mercoledì, secondo gli esperti, ci sarà il rischio di forti piogge, raffiche di vento - fino a 100 km/h sulle zone occidentali - mari agitati e nuove, abbondanti nevicate sulle Alpi (GUARDA LE PREVISIONI).

Da martedì perturbazioni in arrivo sull’Italia - La prima perturbazione di questa nuova serie, dopo la siccità di questi mesi e i primi acquazzoni di domenica scorsa, si affaccerà sull'Italia già martedì: a iniziare dal pomeriggio al Nord per poi attraversare entro mercoledì anche il resto dell'Italia. Nel pomeriggio di martedì sono previste precipitazioni in diffusione e in intensificazione verso sera con fenomeni anche a carattere di rovescio e locali temporali. Entro la notte piogge o rovesci saranno in estensione sul Tirreno fino alla Campania e su Marche e Sardegna. Previsti numerosi episodi di instabilità, mari agitati (onde alte anche 5 o 6 metri nelle zone di ponente) e venti che mercoledì soffieranno forti, spesso burrascosi e con locali raffiche prossime ai 100 km/h (soprattutto sulle zone occidentali). In Toscana e Liguria la Protezione Civile ha diramato un’allerta arancione per rischio idrogeologico dalle 15 di martedì alle 8 di mercoledì.

Previsti venti forti e piogge -
Mercoledì al mattino sono previste schiarite al Nordovest e su ovest Emilia, ancora molte nubi altrove con piogge isolate nelle Isole, piogge o rovesci sparsi su estremo Nordest e settore peninsulare, possibili temporali in Campania e neve fino ai fondovalle nelle Alpi orientali e oltre i 1.000-1.400 m sull'Appennino centrale. Graduale miglioramento dal pomeriggio. In serata cadranno residue piogge solo tra Calabria e Sicilia, mentre ci sarà la tendenza alle schiarite sul Centronord e nel resto del Sud. A fine giornata miglioramento della situazione a eccezione della zona tra Sicilia e Calabria dove insisteranno delle piogge.

Neve anche a basse quote -
Nella seconda parte della settimana arriveranno altre perturbazioni 'veloci', che attraverseranno il Paese in meno di 24 ore. Le prime due arriveranno indicativamente alla fine di giovedì e alla fine di venerdì con interessamento più significativo del settore tirrenico. Con la prima si avrà anche la neve sui rilievi a quote più basse.