Si è chiuso con tre condanne a pene fino ai 16 anni di reclusione e tre assoluzioni il processo a carico di sei giovani sudamericani accusati di avere aggredito un ferroviere a Milano l'11 giugno scorso con un machete.

 

Disposto anche un risarcimento - La sentenza è stata pronunciata dal gup Alfonsa Ferraro al termine del giudizio col rito abbreviato. Il giudice ha inoltre disposto un risarcimento a titolo provvisionale di 50mila euro a favore di Carlo Di Napoli, il ferroviere che venne colpito dal machete all'altezza della stazione di Villapizzone, alla periferia di Milano, e ha rischiato di perdere un braccio.