Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stato assolto nel processo d'appello sulla  realizzazione di un termovalorizzatore a Salerno. De Luca era stato condannato in primo grado a un anno con pena sospesa, condanna che aveva fatto scattare la sospensione prevista dalla legge Severino poi a sua volta sospesa dal Tribunale civile di Napoli in attesa della pronuncia della Corte Costituzionale.

"Finalmente", ha commentato soddisfatto De Luca parlando al telefono con uno dei suoi avvocati, Paolo Carbone. "Ci abbiamo messo un po' ma ce l'abbiamo fatta", ha detto invece il legale.  

 

Anni di pesante aggressione politica e mediatica per nulla. Anni di un calvario che avrebbe fatto scoppiare il cuore a...

Posted by Vincenzo De Luca on Friday, February 5, 2016



La procura generale aveva chiesto per De Luca in appello una condanna a 11 mesi per il solo reato di abuso in atti di ufficio. La sentenza del collegio giudicante presieduto da Michelangelo Russo è arrivata dopo due ore di Camera di Consiglio e riforma quella emessa dal tribunale di Salerno il 21 gennaio del 2015.

 

Con De Luca sono stati assolti anche gli altri due imputati del processo: il dirigente del settore lavori pubblici del Comune di Salerno, Domenico Barletta e il capo staff di De Luca all'epoca dei fatti quando era sindaco di Salerno, Alberto Di Lorenzo. Per tutti gli imputati la Corte d'appello ha stabilito anche la revoca delle pene accessorie.