Avevamo salutato il 2015 con le polemiche per l’inquinamento nelle nostre città ma, complice il clima e l’assenza di piogge, le prime tre settimane del 2016 confermano purtroppo l’andamento di questo strano inverno: la concentrazione di polveri sottili nell’aria è tornata da diversi giorni ben oltre i livelli di guardia.

Emergenza da Nord a Sud - Dal Veneto alla Lombardia, dal Nord a Sud, con particolare riferimento alla grandi città come Roma e Napoli, è di nuovo allarme. Nel corso degli ultimi dieci giorni, infatti, la progressiva stabilità atmosferica e la contemporanea assenza di precipitazioni, la debole ventilazione e i ripetuti episodi di inversione termica, hanno portato al ristagno e all'accumulo delle polveri sottili (Pm10).



Roma, scattano misure anti-smog - Per oggi, giovedì 28 gennaio, il Campidoglio ha disposto il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all'interno della “Fascia Verde” dalle 7:30 alle 20:30. È stato anche disposto che sull'intero territorio del Comune di Roma (dove è oggi è comparsa a sorpresa anche la nebbia: FOTO) la temperatura per il riscaldamento di case e uffici non superi il valore massimo di 18 gradi (ad eccezione di ospedali, cliniche, scuole e assimilabili).

A Milano già 12 giorni oltre i limiti nel 2016 - Non va meglio in Lombardia, dove da alcuni giorni i valori dei Pm10 hanno superato i limiti stabiliti dalla legge (50 microgrammi per metro cubo). A Milano nella giornata di mercoledì il livello del Pm 10 è oscillato, a seconda della stazione di rilevamento dell'Arpa, fra i 56 e i 68 microgrammi per metro cubo, a Brescia 71, a Como 85, a Monza 59 e a Bergamo 55, a Varese e a Sondrio 56. Livelli ancora più alti a Mantova (145), a Cremona (118), a Pavia (114) e a Lodi (99). Per Milano, considerata anche la giornata di giovedì, si tratta del dodicesimo giorno oltre i limiti dall'inizio dell'anno.

In Veneto anche 180 microgrammi per metro cubo - E’ allerta anche nella pianura veneta. L'analisi delle concentrazioni di Pm10, nei capoluoghi di provincia della pianura, ha evidenziato un periodo continuativo di superamento del valore limite giornaliero di 7 giorni, negli agglomerati di Venezia, Treviso, Padova, oltre che nelle stazioni di Rovigo Centro e Adria. In certe aree sono stati superati anche i 180 microgrammi per metro quadro.

Limitazioni al traffico a Napoli, il tweet del Comune:


   Video Correlati Tutti i video