“Era circa l’una di notte. Stavo per andare a dormire. Ho sentito rumori fortissimi sul tetto e ho visto delle crepe. Ho chiamato tutti. Polizia, pompieri. Sono arrivati e abbiamo fatto evacuare il palazzo. Siamo andati via in tempo perché poi alle 4 è crollato tutto. Ero in albergo e ho sentito le sirene”. Così l’inquilina del palazzo in piazza Gentile da Fabriano a Roma, crollato stanotte, racconta l’allarme che ha dato e che ha permesso di evitare quella che sarebbe potuta diventare una tragedia. Sul cedimento dei tre piani dell’edificio, che è quello del teatro Olimpico, la Procura ha aperto un’indagine. Le cause sono tutte da accertare. “C’era già stato un crollo nell’androne. C’erano dei lavori di ristrutturazioni al terzo e al quinto piano. Ma non voglio accusare nessuno” aggiunge la donna.