Adescava ragazzini e li costringeva ad avere rapporti sessuali non protetti, pur sapendo di avere l’Hiv. Per queste accuse un uomo di 55 anni è stato arrestato a Brescia, scoperto grazie a un’indagine su un giro di prostituzione minorile che ha portato all'arresto anche di un altro uomo, accusato di produzione e detenzione di materiale pedopornografico e di prostituzione minorile. 

La polizia locale di Montichiari (Brescia) ha recapitato un'ordinanza di custodia cautelare per prostituzione minorile e lesioni al 55enne, ponendolo agli arresti domiciliari nel paese dove vive, a Collebeato (Brescia). L'uomo ha subito ammesso di farlo con il preciso scopo di vendicarsi di chi aveva infettato lui.

 

Gli inquirenti che indagavano sulla prostituzione minorile, durante una perquisizione domiciliare, hanno trovato una sua pratica di invalidità per Hiv, e sono subito corsi ad arrestare l'uomo e a rintracciare le persone che erano state con lui, tutti giovani bresciani dai 15 ai 24 anni che si sarebbero prostituiti per 20-50 euro. Per ora ne sono stati trovati una decina che dovranno sottoporsi a test nei prossimi mesi.

In casa dell'uomo arrestato è stata trovata anche un'ingente quantità di video e immagini pedopornografiche.