Infiltrazioni di aria fresca in arrivo dal nord ha innescato già dal pomeriggio di venerdì 10 agosto temporali sulle Alpi orientali, sulle Alpi marittime, sull'Appennino centrale e sul frusinate, con un weekend che si preannuncia più mite su tutta la penisola grazie all'arrivo di masse d'aria fresche dal mar Baltico.
Ma a cavallo del giorno di Ferragosto è atteso un nuovo aumento delle temperature per l'arrivo del sesto anticiclone africano: Caligola.
Bora e tramontana riporterà la colonnina di mercurio a 26 gradi al nord, 27-28 sulle regioni adriatiche e 30-32 sul resto del centrosud e Isole, su valori quindi in linea o addirittura leggermente al di sotto delle medie.

Le temperature, però, aumenteranno da Ferragosto al 21 del mese, perché Caligola pomperà aria calda direttamente dal Marocco: si raggiungeranno i 38-39 gradi a Bologna, Firenze, Roma, e punte di 40 al sud, Sicilia e Sardegna. Insomma un'estate infinita che ha già battuto tutti i record almeno al centrosud: non si sono mai verificate 6 fiammate di caldo africano, praticamente una di seguito all'altra, così lunghe e durature almeno negli ultimi 50 anni. E molte città del centrosud batteranno i record dell'estate 2003.

Intanto, dopo gli incendi dei giorni scorsi, proseguono i roghi in diverse zone d'Italia. Nel palermitano, le fiamme hanno bruciato circa 200 ettari di terreno, mentre nel pisano nuovi focolai sono stati spenti nel parco di San Rossore.