Due arresti e nove denunce per un rave party non autorizzato. E' il bilancio di una operazione dei carabinieri a Castel San Pietro Terme, nel bolognese, dove un gruppo di giovani - alcuni già noti alle forze dell'ordine - hanno improvvisato una discoteca all'aperto in un'area boschiva.
Stupefacenti, guida sotto l'effetto di droga e rifiuto di fornire le proprie generalità sono i reati contestati a vario titolo ai giovani arrestati e denunciati.

Ben 63 persone e 24 veicoli controllati dai militari dell'Arma, che hanno sequestrato alcuni grammi di hashish, marijuana e cocaina e una fiala di Lsd. All'organizzatore del rave party sono stati invece sequestrati due furgoni, sei casse acustiche, un generatore, sei luci stroboscopiche, un mixer, due piatti cd e due amplificatori, oltre a notevoli quantità di superalcolici e altre bevande.