Guarda anche:
Manuela Arcuri: la parodia del suo spot spopola su Youtube
Ruby&Friends, le parole dei protagonisti dello scandalo
Ruby, serata in discoteca a Rimini: FOTO

Uscirà a fine settimana, o al massimo, all'inizio della prossima, lo spot del libro "Il labirinto femminile", di Alfonso Luigi Marra, che avrà Ruby come testimonial. Arriva così un nuovo capitolo della pubblicità che prima con Manuela Arcuri, poi con Lele Mora, è diventato uno dei tormentoni più diffusi in Rete degli ultimi mesi.

"Lo spot uscira' in due versioni - ha detto lo scrittore-avvocato all'Ansa - una di 30', destinata alle reti televisive italiane ed una di 2', in otto lingue, compreso arabo e cinese, destinato ad Internet. E' questa seconda versione, che ci sta dando molto lavoro per il doppiaggio e le traduzioni".

Quanto ai costi per l'ingaggio di Ruby, Marra ha smentito costi elevati. "Posso dire che si è trattato di una cifra contenuta", afferma. Nello spot Ruby fa riferimenti solo indiretti alla vicenda della quale è stata protagonista ed ai rapporti con il premier Berlusconi.

"Io non entro nel merito - afferma Marra - ma c'è un tentativo in atto da parte della magistratura di creare un capro espiatiorio. Non sono berlusconiano, ma è evidente che come negli anni '90 fu maciullato Craxi, ora si punta a fare lo stesso con Berlusconi".

Il libro di Alfonso Luigi Marra, nonostante il titolo, "Il labirinto femminile", affronta temi politici. Marra fu eletto nel 1994 al parlamento europeo nelle liste di Forza Italia, ma si dimise dal partito due anni dopo. Avvocato, protagonista di una lunga contesa giudiziaria con la ex moglie australiana per l'affidamento dei primi due figli, resa nota nelle sue pubblicazioni, Marra ha fondato il movimento "Fermiamo le banche" nel 1987. Conduce da anni una campagna con affissioni, spot e volantinaggi, oltre che con i suoi libri contro il "signoraggio bancario" e "le banche centrali vere padrone del potere".