Berlusconi e le donne: tutte le foto

Leggi anche:

Arcore, la bella Ruby e il bunga bunga
Bunga bunga o Unga bunga? Storia di un tormentone
Il caso Ruby sui giornali stranieri: le foto
Le donne del premier: il documentario di Current

Dall'Italia al Brasile, il Rubygate invade la stampa internazionale. La storia della minorenne marocchina, che ha raccontato di incontri con il premier Berlusconi nella villa di Arcore, fa gola a tutte le redazioni e balza agli onori della cronaca sia sulla carta stampata che sul web.

In Gran Bretagna, il Daily Telegraph mette la storia di Ruby in bella vista nell'home page e scrive che "la teenager e' stata testimone, nella lussuosa villa del premier, dei 'bunga-bunga' party, termine che indica uno dei giochi osceni favoriti da Berlusconi". Il Guardian si focalizza sulla reazione del premier che "denuncia il furore contro di lui sui legami con una diciassettenne".
In Germania, invece, il Bild titola: "17enne sostiene: Berlusconi voleva il "Bunga bunga" La procura indaga su persone fidate del presidente del consiglio".
La conservatrice Die Welt titola "Clamore per party con minorenni. La marocchina 'Ruby R.' ha appena 17 anni. Sostiene di aver ricevuto regali peccaminosamente costosi da Silvio Berlusconi". Fra i siti delle riviste, lo Stern Online sottolinea invece "Nuovo clamore su presunti Sexpartys da Berlusconi". Mentre Frankfurter Allgemeine Zeitung (FAZ) e Sueddeutsche Zeitung (SZ) ignorano il caso.

Nella Francia della riforma delle pensioni la vicenda ci ha messo un po' a prendere piede. Cinico il commento di Liberation su "Berlusconi e la piccola ladra": "In Italia, la politica e' come il cinema". Il quotidiano online Rue89 invece si confonde sul bunga bunga e titola "Le serate del bonga-bonga, Berlusconi e le donne, capitolo secondo". Il quotidiano gratuito 20 minutes ci mette una vena ironica e scrive: "A letto Berlusconi s'ispirerebbe a Gheddafi".
Lo spagnolo El Pais, dopo aver titolato "Liberatela, è la nipote di Mubarak" dedica alla vicenda un ampio reportage da Roma, sottolineando che il caso suscita "una nuova questione di responsabilita' politica" e chiedendosi se "la fragilita' privata del Cavaliere metta in dubbio la credibilita' del suo lavoro pubblico".

Il caso Ruby si guadagna il suo posto anche nel quotidiano moscovita Pravda, che titola sulla "spazzatura mediatica" come fa anche il brasiliano Estado de Sao Paolo. Mentre il blog politico statunitense The Huffington Post "Berlusconi invischiato in uno scandalo sulla prostituzione". Ruby e il bunga bunga arrivano anche in Argentina: "Un nuovo sexgate ha coinvolto Berlusconi", scrive La Nacion. Pure l'India se ne occupa: l'Hindustan Times riporta che "Berlusconi dice di non essere un santo ma nega di aver mai pagato per fare sesso".


RUBY, BERLUSCONI E LA (PRESUNTA) TELEFONATA ALLA QUESTURA: I VIDEO