Il prefetto Gianni De Gennaro è stato condannato ad un anno e quattro mesi. Lo hanno deciso i giudici della seconda sezione della Corte d'Appello di Genova nel processo di secondo grado per istigazione alla falsa testimonianza dell'ex questore di Genova Francesco Colucci nel processo per l'irruzione alla Diaz del G8 nel 2001.

Il secondo imputato del processo per istigazione alla falsa testimonianza, l'ex capo della Digos e attualmente vicequestore vicario di Torino Spartaco Mortola è stato invece condannato ad un anno e due mesi.
La richiesta del procuratore generale Pio Macchiavello era stata di due anni di reclusione per De Gennaro e di un anno e quattro mesi per Mortola.
In primo grado, nel processo con rito abbreviato, entrambi erano stati assolti poiché "non c'erano prove sufficienti di colpevolezza".

Venticinque esponenti della polizia sono stati condannati il mese scorso in secondo grado per falso ideologico e lesioni gravi, per l'irruzione nella scuola Diaz, a pene per complessivi 85 anni: si tratta di 21 agenti e quattro dirigenti della polizia, condannati all'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Sono stati invece prescritti i reati di calunnia, arresto illegale e lesioni lievi a loro carico.

"Perché non pensare che la sentenza di primo grado non era giusta? L'appello serve anche a questo". E' questo il laconico commento del pubblico ministero Enrico Zucca che insieme al collega Francesco Cardona Albini aveva indagato il prefetto Gianni De Gennaro e il vicequestore vicario Spartaco Mortola di induzione alla falsa testimonianza nei confronti dell'ex questore di Genova Francesco Colucci.

Annuncia invece ricorso i legali dei due imputati. "E' una sentenza sorprendente. Faremo ricorso in Cassazione" ha detto l'avvocato Carlo Biondi che, insieme al professor Franco Coppi, ha difeso l'ex
"Sono sbalordito - ha commentato l'avvocato Pier Giovanni Iunca che difende Spartaco Mortola - la sentenza di primo grado era ben motivata. Voglio vedere la motivazione. Evidentemente i giudici d'appello non l'hanno pensata come quelli di primo grado. Per questo sono perplesso. Comunque faremo ricorso in cassazione". "La situazione si complica - ha aggiunto l'avvocato Iunca - perche'é dopo la condanna di Mortola nel processo Diaz a 3 anni e otto mesi è un fardello in più da portare in Cassazione".

Il ministro dell'Interno Roberto Maroni e il ministro della Giustizia Angelino Alfano hanno espresso la loro stima e fiducia al capo della polizia Gianni De Gennaro condannato in secondo grado a 1 anno e 4 mesi per i disordini del g8 di Genova del 2001. Entrambi i ministri si trovano a New York dove hanno preso parte alla riunione dell'Assemblea generale dell'Onu sul crimine internazionale organizzato. "Sono rammaricato per questa sentenza, ma attendo il giudizio della Cassazione perché sono sicuro che De Gennaro farà ricorso" ha detto Maroni - Fino ad allora vale la presunzione di innocenza sancita dalla Costiuzione. De Gennaro ha la mia totale fiducia". Parole simili da parte del ministro Alfano "Voglio esprimere anche io la mia stima e fiducia a de Gennaro la cui innocenza è sancita per costituzione fino al giudizio finale".