I carabinieri della compagnia di Santa Maria Capua Vetere e delle stazioni di Grazzanise e Castel Volturno, supportati da personale del comando provinciale di Caserta, hanno effettuato una vasta operazione antiassenteismo, denominata "Primo maggio", negli uffici di varie amministrazioni ed enti pubblici. Perquisizioni, pedinamenti, rilievi fotografici ed immagini captate da telecamere installate da mesi in punti strategici, hanno portato  all'arresto in flagranza di numerosi dipendenti dell'Asl e del Consorzio Unico per la raccolta dei rifiuti, oltre a numerose denunce.

Il blitz è scattato al termine di una prolungata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, durante la quale, attraverso riprese video svolte nei pressi degli uffici, sono state acquisite le prove che hanno documentato le condotte di assenteismo quotidiane della gran parte dei dipendenti, che timbravano il cartellino per poi abbandonare immediatamente gli uffici. I responsabili di tali condotte, alcuni dei quali sorpresi in flagranza, dovranno rispondere di "truffa aggravata ai danni dello Stato, falso, interruzione di pubblico servizio, danneggiamento