Nove sindaci di Comuni della Campania rischiano il commissariamento della municipalità per non aver provveduto, nonostante le reiterate diffide della struttura del sottosegretario all'Emergenza rifiuti, Guido Bertolaso, alla raccolta di rifiuti in aree del loro territorio. Bertolaso, infatti, ha trasmesso al ministro dell'Interno Roberto Maroni la proposta di rimozione dei primi cittadini per "gravi e reiterate inadempienze nelle attività di competenza per la raccolta dei rifiuti", come si legge in una nota.

Le richieste, "motivate in particolare dall'inerzia delle amministrazioni locali nel contrastare l'abbandono incontrollato lungo le strade di rifiuti solidi urbani e di rifiuti speciali, anche ingombranti", riguardano i sindaci di Giugliano e Nola (provincia di Napoli); Aversa, Casal di Principe, Casaluce, Castelvolturno, Maddaloni, San Marcellino e Trentola Ducenta (provincia di Caserta). "Non è escluso - conclude la nota - che nei prossimi giorni il sottosegretario formuli al ministro competente richieste di scioglimento di Giunte comunali o di rimozione del sindaco per altri Comuni, in particolare dellaì provincia di Napoli".

Leggi anche:
Napoli, torna l'incubo dei rifiuti
Palermo, caos rifiuti e cassonetti dati alle fiamme
Palermo, emergenza rifiuti - La fotogallery