Sono stati sospesi i preparativi per il trasferimento di Eluana Englaro dalla clinica di Lecco alla casa di cura "Città di Udine". Intanto un atto ricognitivo del ministro Sacconi ha scritto: "Non è legale per le strutture pubbliche e private del servizio sanitario nazionale interrompere nutrizione e idratazione delle persone in stato vegetativo persistente". Numerose le polemiche.