Iona Ros, il romeno di 37 anni ritenuto responsabile dell'aggressione avvenuta a poca distanza dalla stazione ferroviaria della Storta, è stato condannato dal Gup, in sede di rito abbreviato, ad 11 anni di reclusione. Il Pubblico Ministero aveva chiesto 12 anni. Ros è stato ritenuto responsabile di tentato omicidio, violenza sessuale e sequestro di persona. L'uomo ha sempre respinto le accuse sostenendo di aver avuto un rapporto consenziente con la studentessa e negando di averla accoltellata.