Il boss della camorra Cosimo Di Lauro, protagonista della faida di Scampia, è stato condannato all'ergastolo per l'omicidio della 22enne Gelsomina Verde. E' stato riconosciuto come il mandante del delitto. La giovane fu assassinata il 21 novembre 2004 nel quartiere di Secondigliano, a Napoli. Il suo corpo fu dato poi alle fiamme in un'auto: gli aguzzini volevano che rivelasse il nascondiglio di un camorrista del clan rivale degli Scissionisti.