E' durato pochi minuti l'intervento del procuratore capo di Reggio Calabria e coordinatore della direzione distrettuale antimafia Giuseppe Pignatone, in corte d'assise a Locri, per le richieste di condanna nell'ambito del processo per il delitto di Francesco Fortugno. Pignatone ha chiesto la condanna all'ergastolo perAlessandro e Giuseppe Maracianò, padre e figlio, presunti mandandi del delitto del vice presidente del Consiglio regionale della Calabria; per Salvatore Ritorto, l'esecutore materiale dell'agguato, e per Domenico Audino, accusato di associazione mafiosa e favoreggiamento.