Dolore e ricordo si mescolano oggi a Torino nel giorno del primo anniversario del rogo nell'acciaieria ThyssenKrupp, dove morirono sette operai. Tante le iniziative organizzate per commemorare la strage diventata simbolo delle morti bianche, ma la rabbia dei parenti delle vittime resistono. "Assassini", hanno al corteo a cui non hanno partecipato esponenti di Confindustria e del governo.