Era stato definito un colpo favoloso: per il bottino milionario ma anche per la fantasiosa tencica usata dai rapinatori per penetrare a Damiani, una delle più prestigiose gioiellerie milanesi. Ora i presunti responsabili sono in carcere, arrestati nella notte tra Milano e Palermo.