Internet 2016, ecco i 10 fenomeni dell’anno

Dalla realtà aumentata di Pokemon Go a quella virtuale di Playstation VR, passando per i chatbot e i dispositivi smart per il salotto domestico, fino ad arrivare alle dirette in streaming su Facebook, l’anno che sta per concludersi è stato all’insegna di una tecnologia sempre più pervasiva e intelligente

  • Mentre la connessione Internet diventa sempre più diffusa (grazie agli smartphone ormai nelle tasche di 2,5 miliardi di persone al mondo), la tecnologia esce dallo schermo di computer e telefonini per invadere il mondo che ci circonda con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, della realtà aumentata e di quella virtuale. Ecco le novità più importanti dell’anno che sta per finire secondo gli esperti - Le slide dell’esperto Benedict Evans con i trend dell’anno
  • ©Getty Images
    Il 2016 sarà senza dubbio ricordato come l’anno in cui la realtà aumentata è diventata di massa. Il tutto grazie al fenomeno Pokemon Go, l’app di Niantec e Nintendo che è stata scaricata più di 500 milioni di volte. “Pokemon Go” è stata anche una delle parole più cercate dell’anno su Google - Pokemon Go: ecco Plus, il braccialetto per giocare senza smartphone
  • ©Getty Images
    Non solo realtà aumentata, ma anche virtuale. Nel corso del 2016 sono finalmente arrivati sul mercato i più attesi ed evoluti caschi per la realtà virtuale: da Oculus Rift (di proprietà di Facebook) a HTC Vive, passando per Playstation VR e Google Daydream. Non solo hardware: negli ultimi 12 mesi sono arrivati sempre più contenuti per la realtà virtuale, con i videogiochi e i film a farla da padrone - Realtà virtuale, la battaglia dei caschi
  • ©Getty Images
    L’anno che si chiude ha anche segnato progressi importanti sul fronte dell’Intelligenza Artificiale, con investimenti sempre più convinti da parte di Google, Microsoft, IBM e Facebook. Al momento i migliori risultati si stanno ottenendo nel campo del riconoscimento visivo e vocale: due tecnologie fondamentali per lo sviluppo della robotica e dell’Internet delle Cose. L’evento simbolo di questa tendenza è senza dubbio il match tra AlphaGo, software di intelligenza artificiale messo a punto da Google Deep Mind, e il campione mondiale di go (gioco tradizionale cinese). Quest’ultimo ha perso per 4-1 nei confronti del software - L’intelligenza artificiale per Google: giocare con parole e musica
  • ©Getty Images
    “I bot sono le nuove app” ha annunciato nel corso del 2016 il Ceo di Microsoft Satya Nadella. E, in effetti, nel corso dell’anno sono esplose le chatbot integrate con Facebook, Telegram e altri servizi di messaggistic: permettono di dialogare con un software per le finalità più diverse, dal customer care alla ricerca di notizie. Nella foto uno screenshot di Zo, nuovo chatbot rilasciato nei giorni scorsi da Microsoft - Che cosa sono i bot? Guida in 10 domande e risposte
  • ©Getty Images
    Aspettando il successo dei bot, per ora il dominio sui dispositivi mobili è tutto delle app: il 60% del tempo su smartphone è trascorso dentro i confini di un’applicazione. Spesso (nel 20% dei casi) questa app è Facebook, che può essere considerato ormai il più popolare browser mobile - Pokemon Go e David Bowie: Google svela le ricerche del 2016. FOTO
  • ©Getty Images
    Il 2016 è stato ancora una volta l’anno del boom mobile. Secondo le stime dell’esperto Benedict Evans, nel mondo ci sono 2,5 miliardi di smartphone, quasi la metà rispetto a una popolazione di 5,5 miliardi di persone sopra i 14 anni. La diffusione degli smartphone ha permesso così di portare online quasi metà del pianeta - Un nuovo smartphone per Natale? Ecco come scegliere il modello giusto
  • Mentre gli smartphone arrivano in ogni angolo del pianeta, in Occidente i dispositivi mobili non sono soltanto laptop o telefonini: la tecnologia tende a diventare invisibile e “frictionless”, ovvero totalmente integrata con il nostro corpo. Come nel caso di “Spectacles” gli occhiali hi-tech di Snapchat che permettono di condividere video e foto senza dover prendere in mano un dispositivo - Moda e tecnologia: ecco i look futuristici delle star. FOTO
  • ©Getty Images
    Sempre in ambito intelligenza artificiale, nel corso del 2016 c’è stato un altro passo in avanti importante: l’arrivo nei salotti delle nostre case dei dispositivi intelligenti che obbediscono ai comandi vocali e ci permettono di gestire i dispositivi smart connessi (dal televisore al frigorifero, passando per il condizionatore). I due più famosi ed efficaci sono Amazon Echo e Google Home - "Perché s'intasa il braciere?": cosa abbiamo chiesto a Google nel 2016
  • ©Getty Images
    Da Amazon è poi arrivata un’importante innovazione nel mondo dell’e-commerce. Si tratta dei pulsanti che permettono di ordinare una serie di prodotti di largo consumo semplicemente toccando un pulsante. Si tratta di Amazon Dash Button e automatizza i nostri acquisti senza necessità utilizzare un computer/smartphone - Amazon, rivoluzione al supermercato: addio alle casse
  • Sempre Facebook ha contribuito a definire un altro dei trend del 2016: il boom del live streaming video. Dopo una sperimentazione riservata, il social network ha deciso di aprire a qualsiasi utenti la possibilità di lanciare una diretta video. Il risultato sono stati milioni di stream con miliardi di visualizzazioni. Anche importanti eventi di attualità, come la morte di un ragazzo afroamericano negli Usa o la battaglia di Mosul in Iraq, sono stati trasmessi in diretta su Facebook Live - Afroamericano ucciso negli Usa, su Facebook Live ultimi minuti di vita