Non solo app: Psa investe nella mobilità con Free2Move Lease

Alcune auto della flotta di Free2Move (PSA Peugeot Citroën Direction de la Communication)
3' di lettura

Dopo l'applicazione che aggrega gli operatori di car sharing, il marchio si allarga ad altri servizi. Come la condivisione delle vetture aziendali e una loro gestione intelligente grazie alla raccolta e all'analisi dei dati

Psa, il gruppo che controlla Peugeot e Citroen, allarga il perimetro di Free2Move. Dopo l'app che consente di aggregare e scegliere i diversi operatori di car sharing, arriva Free2Move Lease. Gestirà le attività di noleggio a lungo termine e si rivolge, con diversi servizi, a privati e aziende.

I servizi di Free2Move Lease

Free2Move Lease non si ferma (come potrebbe far intuire il nome) al leasing. L'obiettivo è di lanciare, intrecciando il digitale con la rete di concessionari presente sul territorio, nuovi servizi focalizzati sulla condivisione. E rivolti soprattutto alle aziende. Free2Move Connect Fleet, ad esempio, punta alla gestione connessa delle flotte per abbattere i costi, grazie a dati accurati catturati da una centralina monta a bordo e analizzati da Free2Move. L'opzione Fleet Sharing è invece un servizio di car-sharing utilizzabile dai dipendenti della stessa azienda, per condividere i viaggi e ridurre le spese.

L'app Free2Move

Free2Move è un nome noto per l'applicazione, disponibile per Android e iOS, che consente di usufruire dei diversi servizi di car sharing. A differenza di Enjoy o Car2Go, non ha una propria flotta condivisa, ma si presenta come un aggregatore di diversi operatori: permette di mappare le vetture disponibili, prenotarle ed effettuare il pagamento attraverso un'unica app. Un servizio che, come alcuni suoi omologhi (Urbi su tutti), rende il car sharing più pratico e trasparente, perché offre un confronto istantaneo dei prezzi.

Cambiano le abitudini degli utenti

Con Free2Move, Psa afferma di voler affiancare alla classica rete di vendita, altre attività che assecondino le nuove abitudini degli utenti, che sempre più "privilegiano l’uso alla proprietà" e optano per il car sharing. O per il noleggio di lungo termine che, secondo i dati diffusi da Psa, "in Italia è in crescita costante negli ultimi 4 anni e ha fatto registrare, a fine 2016, 227.826 unità con una quota del 12,3% sul mercato totale". In crescita anche il fatturato del noleggio, che "fa segnare un +11,7% rispetto all’anno precedente, con un balzo di mezzo miliardo di euro. Più lungo di quello osservato nei tre anni precedenti".

Gli obiettivi di Psa

Free2Move ha un obiettivo, indicato nel corso della presentazione del marchio da Massimo Roserba, direttore generale di Groupe Psa Italia: "Diventare il fornitore di servizi per la mobilità preferito dai clienti entro il 2030". Un impegno confermato dal fatto che il gruppo francese non si è limitato a battezzare un brand ma ha preferito aprire in Italia una divisione dedicata, con alla guida Andrea Valente, ex brand development director di DS, un altro marchio controllato dal gruppo.  

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24