PES 2018, ritorno in campo a tutto realismo

Pes 2018
3' di lettura

L’ultima versione di Pro Evolution Soccer arriva nei negozi il 14 settembre per console e PC. La nuova edizione fa leva su un effetto reale estremo per proporre un’esperienza calcistica sempre più coinvolgente e immersiva. IL TRAILER

Malgrado negli ultimi anni gli appassionati abbiano preferito orientarsi vero Fifa di Electronic Arts, è difficile dimenticarsi di Pro Evolution Soccer della giapponese Konami, conosciuto da molti in occidente solo come PES. Si tratta di una serie di videogame che dai suoi gloriosi esordi ha fatto giocare con un pallone virtuale milioni di “calciatori” con il controller tra le mani.  

Nei negozi dal 14 settembre

E’ innegabile che gli ultimi episodi non siano stati all’altezza dei fasti di un tempo, ma già l’edizione del 2017 vantava interessanti novità, orientandosi sempre di più verso una dimensione realista, più consona al videogioco di simulazione che a quello “arcade”. Il 14 settembre arriva nei negozi PES 2018 e risulta evidente che la tendenza dell’anno scorso è stata confermata e amplificata: il nuovo Pro Evolution Soccer è un videogame che mima con impressionante realismo le dinamiche di una vera partita, l’impatto tra i giocatori e la fisica del pallone. La strategia diviene sempre più importante e ogni singolo giocatore può fare la differenza; visivamente il gioco in questione è spettacolare e credibile grazie al motore grafico di Konami, il Fox Engine.

 

Azioni fluide 

Ciò che meraviglia di PES 2018 è la fluidità delle azioni: i calciatori non risultano dei pupazzi, ma uomini “veri” che reagiscono, faticano e improvvisano in base all’azione svolta. Per esempio durante i dribbling capita spesso che un avversario si opponga con il proprio corpo a chi detiene la palla, cercando di ostacolarne il tiro; oppure si possono contare numerosi tipi di parata diverse che trasformano finalmente l’attività del portiere in qualcosa di fisico e non di meccanico e casuale come visto in altri giochi. Al realismo della partita giova inoltre l’estrema precisione con la quale si possono controllare i passaggi e la tattica utile per avere successo durante i calci d’angolo o le punizioni. 

Messi, Iniesta, Beckham e l’Inter 

Numerose le star del calcio che hanno dato la propria immagine agli autori di PES 2018, tra le quali c’è anche l’intera squadra dell’Inter che ha stretto una “partnership” con Konami: ci sono anche Messi, Iniesta, Beckham, Neymar, Ronaldo… Non si tratta solo di simulacri elettronici, ognuno di questi campioni possiede infatti delle tecniche che li rendono unici e fortissimi.
Con le sue numerose modalità offline e online - la cui validità è da verificare al lancio del gioco - Pro Evolution Soccer 2018 si dimostra uno dei migliori videogame di calcio degli ultimi anni, visivamente efficace e divertente non solo per le dita ma per il cervello.

Leggi tutto
Prossimo articolo