Gran Bretagna, software per i giornalisti per smascherare le fake news

Il software di "Full Fact" analizzerà in particolare le dichiarazioni dei politici (Getty Images)
2' di lettura

Messo a punto dall'organizzazione "Full Fact" per verificare quanto detto dai politici, la prima versione sarà disponibile da ottobre anche in Sud America e Africa. Il programma è stato testato in anteprima dal "Guardian"

A partire da ottobre, i reporter britannici potranno avvalersi di un software in grado di smascherare le bufale, in particolare quelle dei politici ma non solo: è stato messo a punto da "Full Fact", organizzazione indipendente che si dedica alla verifica della veridicità delle notizie.

Software disponibile da ottobre

Il software, ribattezzato dai suoi autori "bullshit detector" e provato in anteprima dal quotidiano britannico "The Guardian", consentirà di verificare in tempo reale la veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai politici in tv, sulla stampa e in Parlamento. Una prima versione sarà lanciata a partire da ottobre e la fase sperimentale riguarderà non soltanto il Regno Unito ma anche l'Africa e il Sud America, dove "Full Fact" collabora con gli omologhi locali "Africa Check", che lavora in Paesi come la Nigeria, e l'argentino "Chequeado".

Che cos'è "Full Fact"

"Full Fact" è un'organizzazione che combatte le fake newscontro le quali si stanno "armando" anche colossi come Google e Facebook – grazie al sostegno di fondazioni dietro le quali ci sono anche gli investimenti del miliardario George Soros e del fondatore di eBay, Pierre Morad Omidyar. Un progetto che i ricercatori stanno sviluppando anche in collaborazione con l'Ufficio nazionale di statistica britannica e sul quale – come scrive sempre il "Guardian" – sono stati investiti 500mila dollari (426mila euro circa) provenienti dalle donazioni.

Come funziona il software anti-bufale

La prima versione del sistema – che, come detto, sarà lanciata in Gran Bretagna, Africa e Sud America – si baserà su un database composto da migliaia di fact-checking realizzati "manualmente" e, attraverso questi, sarà in grado di eseguire una scansione delle notizie pubblicate dai giornali, dei sottotitoli dei telegiornali e delle emissioni e note del Parlamento. In futuro, in una versione dedicata alla tv, sarà possibile addirittura avere una verifica istantanea di quanto detto dai politici. "È come cercare di costruire un sistema immunitario – spiega Mevan Babakar, project manager di "Full Fact" a Londra – mentre sempre più informazioni sbagliate vengono diffuse nel mondo, quello che ci manca sono i mezzi per respingerle".

Leggi tutto
Prossimo articolo