La prova di Uncharted L'eredità Perduta. ANTEPRIMA

3' di lettura

A fine agosto tornano le avventure esotiche della saga di Naughty Dog per Playstation. Non una semplice espansione del quarto episodio, ma un lungo, nuovo videogame che ci porterà in India tra misteri, natura e guerriglie. Ecco la prova in anteprima. FOTO e VIDEO

“Abbiamo intuito quasi subito, proprio all’inizio dello sviluppo de L’Eredità Perduta, che questa non sarebbe stata una comune espansione, ma sarebbe diventato un videogioco completo e indipendente per tornare nell’immaginario di Uncharted”, così ci dice Shaun Escayg, direttore creativo di Naugthy Dog, durante l’anteprima italiana del videogame per Playstation 4 che arriverà nei negozi il 22 di Agosto.

“La sua durata sarà superiore ai primi tre episodi della saga, sebbene non raggiunga quella del quarto episodio” continua Escayg. Un occasione imperdibile quindi per i milioni di appassionati di questa serie di avventure, misteri archeologici e azione per tornare nel mondo di Nathan Drake, la cui storia è ufficialmente conclusa con il quarto episodio. 

Non è infatti Nathan il protagonista de L’Eredità Perduta, ma la bella e dura Chloe Frazer, già vista e apprezzata come personaggio nel secondo episodio della serie. “Il mondo di Uncharted è così pieno di personaggi carismatici e di spunti che sebbene la saga sia conclusa rimangono ancora tantissime cose da raccontare”, aggiunge Shaun Escayg. 

Guarda il trailer:

La prova

Abbiamo giocato per oltre mezz’ora L’Eredità Perduta, esplorando, combattendo e meravigliandoci per la consueta abilità dei Naughty Dog nel disegnare panorami stupefacenti e raccontare storie dalla profondità inusuale in giochi del genere. 

Lo scenario scelto per l’Eredità Perduta è quello di un’immaginaria regione montuosa dell’India. Chloe è alla ricerca della leggendaria Zanna smarrita della divinità induista a forma d’elefante dal nome di Ganesh, ma non dovrà affrontare solo enigmi, antiche trappole e pericolosi misteri, perché in quei luoghi è in atto una violenta guerra civile combattuta da soldati spietati. Inoltre c’è il passato tormentato della protagonista a pesare sul suo animo d’avventuriera. Con Chloe ci sarà Nadine Ross, una mercenaria che abbiamo conosciuto in Uncharted 4. 

Paesaggi meravigliosi

Nel segmento giocato, affrontabile in maniera libera e avventurosa, si viaggia a bordo di un fuori-strada per zone dalla meravigliante bellezza naturale tra le quali sorgono antiche, maestose rovine. Possiamo scendere dalla vettura per esplorare i ruderi e talvolta saremo costretti a confrontarci con i nemici in tesissime sparatorie. Il senso di avventura è amplificato dai dialoghi tra le due donne, scritti con una perizia letteraria che esalta la forza del racconto. La zona che visitiamo, solo una tra le tante del gioco, è molto vasta ma non è mai noiosa da esplorare, sempre sorprendente: dai torrenti impetuosi che diventano solenni cascate a foreste ombreggiate, dalle torri cadenti che si elevano sbilenche nel cielo azzurro agli antichi templi abitati da orde di scimmie. 

L’impressione finale è più che positiva, un vero e proprio ritorno a quelle solenni  avventure che pensavamo definitivamente concluse con Uncharted 4. Non si tratta di un videogame che rivoluziona la serie, ma di un grandioso epilogo per salutare uno degli immaginari più riusciti e ispirati del videogioco moderno.

Leggi tutto
Prossimo articolo