Gli assistenti di volo “leggeranno” le emozioni dei viaggiatori

I visori Microsoft per la mixed reality (foto: pagina Facebook "Microsoft HoloLens")
2' di lettura

Sfruttare la realtà aumentata per migliorare l'esperienza di viaggio: è l'ambizioso obiettivo che si è prefissata Air New Zealand per venire incontro ai propri clienti

Il progetto nasce da una collaborazione tra la compagnia Air New Zealand e Dimension Data: attraverso un tipo particolare di lenti gli assistenti di volo proveranno a rendere migliore il viaggio a passeggeri e personale di bordo.

HoloLens ad alta quota

Dal loro lancio nel 2015, lo sviluppo di HoloLens – visori progettati da Microsoft per la “mixed reality”, ossia la dimensione in cui reale e virtuale si fondono – non si ferma. Anzi, amplia gli scenari di utilizzo. L'ultimo è il software ideato dalla compagnia aerea neozelandese in collaborazione con Dimension Data.

Leggono gusti ed emozioni dei passeggeri

Gli occhiali della Casa di Redmond forniranno agli assistenti di volo una grande quantità di dati: dalle informazioni sul viaggio ai dettagli su promozioni e offerte riservate ai singoli passeggeri. Ma quel che colpisce è che potranno anche suggerire pasti e bevande preferiti e, attraverso l'analisi audio-video, persino identificare le emozioni del viaggiatore.

Grandi potenzialità

Non sappiamo quanto ci sia di reale nel video perché la sperimentazione è ancora agli inizi, ma le aspettative per il futuro sono grandi.

I diversi utilizzi di HoloLens

Gli HoloLens sono stati impiegati in diversi ambiti: dall'architettura all'animazione alla progettazione di auto, dal campo medico a quello militare. E tra gli obiettivi di Microsoft c'è appunto quello di rendere disponibile a tutti in tempi brevi il proprio “punto di vista” sulla mixed reality.

Leggi tutto