Un modello dello storico Apple I venduto a "soli" 110mila euro

Un modello di Apple I, il primo computer sviluppato dalla Casa di Cupertino (Getty Images)
3' di lettura

Un esemplare del primo computer della Casa di Cupertino, creato nell’aprile del 1976, è stato ceduto ad un ingegnere californiano durante un'asta in Germania ad un prezzo molto inferiore alle attese

Un modello molto raro dell'Apple I, il primo computer creato dall'azienda di Cupertino nel 1976, è stato venduto a 'soli' 110 mila euro durante un'asta tenutasi a Colonia in Germania. Questo vecchio calcolatore è diventato un vero e proprio oggetto di culto per gli appassionati del settore, essendo stato sviluppato appena dieci giorni dopo la fondazione di Apple, avvenuta in un garage dalle menti di Steve Jobs e Steve Wozniak. Anche per questo, il prezzo con cui si è conclusa la vendita è stato molto inferiore a quelle che erano le attese della vigilia.

Un modello molto raro e in perfette condizioni

Secondo quanto riporta il sito Appleinsider, la casa d’aste tedesca Team Breker, specializzata in oggetti tecnologici di antiquariato, ha fatto sapere che l'Apple I messo all'asta è "l'esemplare meglio conservato sul mercato" delle otto unità funzionanti rimaste ancora in circolazione. Ad aggiudicarsi il modello è stato un ingegnere di Berkeley, in California. Insieme all'Apple I, è stata consegnata anche la documentazione originale, comprensiva di manuale, logo primario e schemi elettrici. L’asta per questo modello si è chiusa al prezzo di 110mila euro circa, una cifra di gran lunga inferiore alle attese - che oscillavano tra i 180 e i 300 mila euro - considerando la rarità del computer e il suo valore "iconico". L’ultima vendita di un Apple I risale al 2013: anche allora fu la casa tedesca a organizzare l’asta che si chiuse con la vendita del modello per la cifra di 560mila euro.

La storia dell'Apple I

Lo sviluppo del primo modello di computer di Cupertino ha fatto ormai storia. Apple I fu progettato appena dieci giorni dopo la fondazione dell’azienda, nell'aprile del 1976. Anche se il progetto di creare un computer economico assemblando pezzi di varia provenienza era già in cantiere da un anno. L'idea fu di Wozniak che riuscì a concretizzarla grazie all’acquisto di un processore a un prezzo inferiore a quello di mercato e all'incontro con Jobs, meno esperto d'informatica ma dotato di un maggior senso degli affari. Proprio grazie alle sue capacità imprenditoriali, Jobs riuscì a ottenere la prima commissione da 50 pezzi da parte di un piccolo negozio di informatica. In totale, nel 1976, furono 200 gli Apple I messi in vendita dalla coppia di informatici. Questo computer, all’epoca, costava circa 666 dollari. Un anno dopo, nel 1977, Jobs e Wozniak avrebbero lanciato anche Apple II, un modello più completo, dotato di tastiera e grafica a colori.

Leggi tutto