Smartphone, BlackBerry riparte da Barcellona: ecco Keyone

La prima immagine del BlackBerry Keyone a Barcellona (foto: Twitter/BlackBerry)
1' di lettura

Schermo touch, tastierino fisico (torna la qwerty) e più attenzione alla sicurezza. L’azienda canadese cerca il rilancio a partire dal Mobile World Congress, la più grande fiera al mondo della telefonia mobile

BlackBerry ci riprova. Il suo ultimo smartphone, presentato nel corso del Mobile World Congress 2017, ha di nuovo il tastierino che ha reso celebre il marchio. Dopo le incursioni nello schermo touch, riecco la classica tastiera qwerty: una lettera per tasto, come per un laptop.

LE FOTO

 

 

Andando oltre il primo impatto: la prima sorpresa (parziale) è il nome: lo smartphone si chiama BlackBerry Keyone e non Mercury. Non si tratta di una mossa del tutto inaspettata: Mercury era infatti il nome in codice del progetto, che può essere confermato o (molto più spesso) modificato per il lancio commerciale.

 

Gli spifferi pre-evento - L'ufficializzazione è arrivata dal palco di Barcellona, con un giorno d'anticipo rispetto alla maggior parte dei concorrenti. Ma in realtà, come spesso accade, le prime immagini erano comparse già il 24 febbraio. E non si era trattato di indiscrezioni ma di due foto scattate da Steve Cistulli, presidente e general manager per gli Stati Uniti di TCL Communication, il gruppo che detiene i marchi BlackBerry e Alcatel. Ancor prima dell'evento, è arrivato il secondo spiffero. Per qualche minuto, è comparsa sul sito ufficiale la pagina del KeyOne. Errore o mossa voluta? Poco importa: le caratteristiche dello smartphone sono già state confermate ancor prima dello streaming dalla Catalogna.

 

Le dimensioni - Il sistema operativo è l'ultima versione di Android, il Nougat 7.1, personalizzato BlackBerry (anche se non ci sono differenze estetiche significative con la versione standard). Il display è da 4,5 pollici (quindi leggermente più piccolo rispetto all'iPhone 7 e decisamente più contenuto in confronto al Galaxy S7) e risoluzione da 1620x1080 pixel. Il ritorno della tastiera, quindi, ruba (anche se poco) qualcosa allo schermo. E costringe (pur con un display meno esteso) ad allargare le dimensioni complessive: 149,3x72,5 millimetri. Con uno spessore che si avvicina al centimetro (9,5 millimetri) e 180 grammi di peso. Non poco se confrontato con un iPhone 7.

 

Il software - Il BlackBerry KeyOne ha 3GB di RAM, 32GB di memoria e il processore Snapdragon 625. Due, come ormai da prassi, le fotocamere: una frontale da 8mp e una posteriore da 12mp. Le immagini rappresentano un punto di forza, grazie al sensore Sony IMX 378, già molto apprezzato sui Pixel, gli smartphone di Google. La batteria non è removibile ed è dotata di ricarica rapida: bastano 36 minuti per riempire il 50%.

 

Prezzo e lancio - Il BlackBerry Keyone sarà lanciato ad aprile. E punta a competere sulla fascia alta: il prezzo è di 599 euro. Una bella sfida per BlackBerry, che non spinge sul risparmio ma vuole ingaggiare la battaglia sulle prestazioni. Non sarà semplice.  

Leggi tutto