Pokémon Go, ecco la seconda generazione di mostri

1' di lettura

Sono arrivati! Più di ottanta Pokémon si “muovono” ora nel mondo aumentato dell’applicazione. Ecco tutte le novità del fenomeno di Niantic e Nintendo, dai miracolosi oggetti rari ai nuovi tipi di frutta che renderanno più facile “prenderli tutti”. VIDEO e FOTO

 

E’ stato il fenomeno dell’estate 2016. Poi, con l’arrivo dell’autunno, la Pokémon-mania è sembrata scemare nell’indifferenza. Malgrado i numeri non siano stati più quelli dell’esordio, Pokémon Go rimane ancora un’applicazione utilizzata da milioni di giocatori in tutto il mondo. Durante gli eventi speciali organizzati da Niantic (come ad Halloween, a Natale e a San Valentino), si è tornati a vedere per le strade persone di ogni età lanciarsi nuovamente nella caccia delle creature inventate da Satoshi Tajiri. C’è da aspettarsi che lo stesso avverrà con il lancio della seconda generazione di creature: più di 80 nuovi mostricciattoli che si aggiungono ai precedenti per un totale di quasi 250 elementi.



Novità - Oltre alle nuove creature il gioco è stato innovato sotto diversi aspetti con l’introduzione di nuovi elementi. Insieme alla Baccalampon, il frutto che facilita la cattura dei Pokémon, ora è possibile trovare anche la Baccabana, un casco di piccole banane che rallenta le creature, e la Baccananas, che aumenta il numero di caramelle ottenute con la cattura, semplificandone l’evoluzione. Ai Pokestop sarà possibile, anche se raro, trovare degli oggetti speciali che saranno utili per fare evolvere alcuni Pokémon della prima generazione, come la mantide Scyther in Scizor o il petroso Onix nel metallico Steelix. Se siete stanchi dell’abbigliamento del vostro nuovo avatar ci sono delle nuove opzioni per cambiarlo a piacere.

Espeon e Umbreon - Chiunque abbia giocato a Pokémon Go conosce bene Eevee, una creatura volpina in grado di evolversi in forme diverse e casuali. Durante la prima generazione era possibile trasformare Eevee nell’acquatico Vaporeon, nell’elettrico Jolteon e nel fiammante Flareon. Adesso sono disponibili due nuove evoluzioni, l’oscuro Umreon e lo psico Espeom. Per trasformare Eeve senza affidarvi al caso cambiate il suo nome prima di evolverlo in “Sakura” se volete Espeon o “Tamao” se ambite a Umbreon. Il trucco funziona solo la prima volta.

Cosa manca - Davvero fantastica l’invasione dei nuovi Pokémon. Tuttavia ci sono cose che ancora mancano all’applicazione e che il pubblico continua a chiedere. Innanzitutto dove sono i Pokèmon leggendari? Mancano ancora quelli della prima generazione come Mew e Mewtoo. Inoltre sarebbe necessario aumentare l’interazione tra giocatori, implementando lo scambio dei Pokémon e le sfide con i propri amici.

Leggi tutto