Blackberry attacca Nokia: violati 11 brevetti

Un Nokia Lumia 1520 (Getty Images)
1' di lettura

La società canadese ha depositato martedi un'azione legale nella quale i Finlandesi vengono accusati di aver violato alcune licenze tecnologiche. Il tutto mentre i due contendenti si preparano a rientrare nel mercato degli smartphone

Blackberry, il produttore di smartphone canadese un tempo leader del settore, ha fatto causa a Nokia accusandola della violazione di 11 brevetti di sua proprietà. La cifra richiesta nell'ambito dell'azione legale depositata martedì 14 febbraio presso la corte del Delaware non è stata comunicata dalla società. Blackberry, secondo quanto riporta Bloomberg, intende recuperare le royalties dovute per l'utilizzo della sua tecnologia.

 

Disputa fra marchi storici – I prodotti Nokia che, secondo la società canadese, violerebbero i diritti di utilizzo sulla tecnologia utilizzata, sono quelli utilizzati nelle Flexi multiradio, ossia le Base station controller (gli strumenti che formano il “cervello” della rete Gsm); e il software Liquid radio. “Nokia ha perseverato nell'incoraggiare l'uso” dei suoi mobile network senza disporre della licenza di Blackberry, si legge nel testo dell'azione legale della società canadese. Tali prodotti sono utilizzati a loro volta dalle principali compagnie telefoniche americane come At&T e T-Mobile Us. “Blackberry intende ottenere una compensazione per l'uso non autorizzato da parte di Nokia di tecnologie brevettate”, ha fatto sapere la la società guidata da John Chen, che però non ha domandato alla corte che l'uso di tali invenzioni sia bloccato.

 

I brevetti – Le licenze al centro dell'azione legale di Blackberry erano, del resto, già state oggetto delle mire di Nokia. Alcune di esse, infatti, erano precedentemente di proprietà di Nortel networks, la quale nel 2009 fu oggetto di un'offerta senza successo da parte della casa finlandese. Solo in un secondo momento, nel 2011, Blackberry ha rilevato per 4,5 miliardi di dollari i brevetti di Nortel in seguito alla bancarotta.

 

I progetti di Blackberry – Negli ultimi mesi Blackberry ha comunicato come il business degli smartphone cesserà, dopo anni, di essere il principale focus dei suoi affari. Lo scorso dicembre, dopo un addio provvisorio al mondo dei device, la società ha annunciato un accordo con il colosso californiano Tcl, già produttore dei telefonini Alcatel, per la produzione di smartphone col brand canadese. La stessa Nokia, dopo l'acquisizione da parte da Microsoft, sembrava avviata a non produrre più dispositivi col proprio nome; dopo la cessione del maggio scorso, Nokia ha annunciato il ritorno nel campo degli smartphone con un nuovo modello dotato di sistema Android.

 

Leggi tutto