Amazon pensa a un "magazzino volante" per le consegne con i droni

La prima consegna con un drone è stata effettuata da Amazon lo scorso 14 dicembre (Getty Images)
1' di lettura

Secondo TechCrunch la società avrebbe già depositato un brevetto ma il progetto sembra a lungo termine

Dopo i droni per le consegne, il dirigibile per la conservazione dei prodotti. Secondo il sito specializzato TechCrunch, Amazon avrebbe infatti brevettato un "magazzino volante", che potrà essere utilizzato come base per il rifornimento dei suoi corrieri.

 

 

Il brevetto - Il 5 aprile scorso Amazon ha infatti depositato un brevetto all’ufficio federale statunitense, per un progetto chiamato Afc (airborne fulfillment centers). Si tratta di un vero e proprio centro di stoccaggio merci situato su un dirigibile, che nei piani della società di e-commerce dovrà rifornire i droni di oggetti da consegnare. Il progetto è ancora tutto da realizzare nella pratica e Amazon non ha risposto alla richiesta di maggiori informazioni di TechCrunch, ma i vantaggi di un simile magazzino sono intuibili: l'azienda potrebbe spostarlo in punti strategici a suo piacimento, seguendo i picchi di richieste del mercato.

 

Il funzionamento - Secondo il brevetto degli ingegneri di Amazon, il magazzino "galleggerà" nell’aria a circa 13mila metri d’altezza e sarà la base di partenza per i droni deputati alla consegna dei prodotti. A quanto pare però, i droni stessi useranno la loro elica solo in fase discendente: il progetto di Amazon prevede infatti degli shuttle più grandi che trasporteranno verso il dirigibile i mezzi volanti vuoti e il personale della società, mentre altri velivoli porteranno merce e carburante. Tutti i veicoli saranno connessi fra loro in un network per scambiarsi dati sulle condizioni meteorologiche, come le precipitazioni e la potenza del vento.

 

 

I vantaggi - Un esempio di utilizzo citato nel brevetto illustra i vantaggi del magazzino volante: in concomitanza con grandi eventi sportivi, il dirigibile può avvicinarsi agli stadi e lasciar partire i suoi droni per rifornire il pubblico di souvenir e altro merchandising. Ma anche di snack e bevande, visto che Amazon ha in cantiere la consegna di prodotti alimentari, effettuata con appositi droni programmati per  mantenere la temperatura richiesta del cibo. Il magazzino volante potrà inoltre essere usato anche come un maxi-schermo dove proiettare promozioni dei prodotti Amazon.

 

 

Un progetto a lungo termine - L’idea di vedere un magazzino di Amazon volare nei nostri cieli non sembra comunque potersi realizzare a breve. La compagnia di e-commerce, però,sembra decisa a investire nell’innovazione tecnologica per ridurre i costi e velocizzare la distribuzione: lo scorso 14 dicembre è stata annunciata la prima consegna con un drone, con l’obiettivo di rendere presto disponibili su larga scala i corrieri volanti. Il crescente volume degli affari della società, del resto, aiuta molto: solo durante le festività natalizie, ad esempio, sono stati consegnati più di un miliardo di pacchi in tutto il mondo con il servizio Prime.

Leggi tutto