Troppi account online? Ecco 5 modi per rimuoverli

Secondo un sondaggio di Kaspersky lab, tre quarti degli intervistati vorrebbe abbandonare i social network (Getty Images)
1' di lettura

Aumentano le persone che vogliono cancellare i propri dati dal web. Tuttavia, spesso si tratta di un'impresa non facile: le utenze attivate nel corso degli anni potrebbero essere state decine, tra social network ed e-commerce. Alcuni siti, però, possono dare una mano

L’identità, o "le" identità online cominciano a diventare un peso per molti utenti: al punto che, secondo un recente sondaggio di Kaspersky lab su un campione di 5mila persone di 12 Paesi, il 78% degli intervistati vorrebbe abbandonare i social network. Il 30% di loro, in particolare, afferma di non voler lasciare i propri dati online per non essere monitorato. Ma il problema non sono solo i social: avere molti account per molti siti diversi può generare stress e confusione, nonché problemi nel ricordare le password e un carico esorbitante di mail nella casella postale. Una ricerca del gestore di password Dashlane nel 2015 ha calcolato che un consumatore inglese attivo online ha in media 118 account aperti. Ecco allora 5 modi per chiuderli e scomparire (o quasi) dal web.



Deseat.me - L’ultimo arrivato si chiama Deseat.me ed è stato creato da due sviluppatori svedesi, Willie Dahlbo e Linus Unnebäck, per fare un po’ di pulizia fra i propri account online. Il motto del servizio è tutto un programma: “Clean up your existence” (“Ripulisci la tua esistenza”). A deseat.me si accede solo con l’account di Gmail e il programma trova tutti i siti ai quali un utente si è iscritto inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica. In pochi secondi si selezionano gli account che si vogliono eliminare, che vengono raggruppati in una a “coda”, e quelli che si vogliono mantenere. Deseat.me, però, non prende in considerazione i siti a cui ci si è iscritti con un account di posta diverso da quello di Gmail.



Justdelete.me - Il sito Justdelete.me è invece un aggregatore di link di cancellazione dal servizio. Spesso eliminare un’iscrizione è un procedimento complesso e per questo motivo si mantiene in vita un account che in realtà non si usa. Justdelete.me raggruppa migliaia di siti, da quelli di viaggi a quelli di shopping online, fornendo per ognuno il link preciso alla pagina di cancellazione. I tasti corrispondenti ai siti possono essere verdi, gialli, rossi o neri, a seconda della difficoltà di cancellazione: “facile” comporta una procedura automatica, “difficile” il coinvolgimento del servizio clienti. E ci sono anche account che è impossibile cancellare.

 

Account killer - Anche AccountKiller.com raggruppa i link di cancellazione dei più popolari siti e social network. Sulla griglia del sito compaiono in bianco gli account eliminabili in modo automatico (quelli di social network o app di messaggistica) e in grigio quelli più complessi da mettere fuori uso, come ad esempio Skype o Groupon. In questi casi il sito spiega come inviare la richiesta via mail per procedere alla cancellazione, oppure consiglia come rendere anonimo il proprio account nel caso in cui fosse impossibile rimuoverlo completamente.



Who is hosting this - Il sito Who is hosting this propone invece una vera e propria guida grafica per rendersi invisibili sul web. Si parte dalla cancellazione degli “account primari” come Twitter e Facebook, si passa a disattivare i servizi correlati di Google per poi arrivare a una spietata ricerca di tutti i propri dati esistenti sul web, compresi quelli eventualmente raccolti dalla propria compagnia telefonica.

 

Knowem - Spesso si dimenticano gli username con cui ci si è iscritti a un sito o si sbaglia l’abbinamento fra il nome e l’account in questione. Il sito Knowem.com nasce in realtà per verificare quali ID siano disponibili sui siti più popolari, ma lo si può usare “al contrario” per scovare in quali siti si è presente con i propri nomi. Una volta fatta una lista dei siti indesiderati, si può procedere alla cancellazione dei singoli account.

Leggi tutto