Usa, allo studio la "modalità auto" per gli smartphone

Il governo Usa suggerisce la modalità "auto" per gli smartphone (Getty Images)
1' di lettura

La National Highway Traffic Safety Administration, l’ente dei trasporti americano, ha proposto di disabilitare alcune funzioni e applicazioni mentre l’utente è al volante per ridurre potenziali distrazioni che possono essere alla base di incidenti stradali

Dotare gli smartphone di una sorta di "modalità auto" che, come la modalità aereo già presente sugli smartphone, limiti l’utilizzo del dispositivo solo ad alcune funzioni e applicazioni. È quanto ha suggerito la Nhtsa, l’ente dei trasporti degli Stati Uniti, in un comunicato pubblicato sul proprio portale ufficiale

 

Le linee guida per la sicurezza – L’istituto ha anche rilasciato delle linee guida, rivolte principalmente ai costruttori di smartphone, che avrebbero come obiettivo quello di sviluppare un dispositivo in grado di ridurre al minimo le potenziali distrazioni degli utenti che si trovano al volante. Il suggerimento sarebbe quello di intervenire sull’interfaccia degli smartphone rendendola più semplice da utilizzare attraverso una "modalità guidatore" che, oltre a limitare funzioni e applicazioni, faccia affidamento sui comandi vocali. L’altro suggerimento che si legge in queste indicazioni è quello di incoraggiare il collegamento dei cellulari con il sistema di "infotainment" delle automobili. L’obiettivo finale è che il guidatore si focalizzi completamente sulla guida senza distogliere attenzione e sguardo dalla strada come potrebbe succedere per applicazioni, giochi, chat, video o funzioni che prevedano l’uso della tastiera.

 

I dati sugli incidenti – L’ente dei trasporti americano ha pubblicato anche un report con i dati più recenti relativi agli incidenti stradali causati da disattenzione. Degli oltre 35mila casi occorsi nel 2015, il 10 per cento circa è stato causato dalla perdita di attenzione di uno o più guidatori, un aumento di quasi il 9 per cento rispetto all’anno precedente. L’analisi dei dati relativi a questi episodi ha fatto emergere che nella maggior parte dei casi la causa dell’incidente risaliva a una interazione "manuale e visiva", ovvero un’azione che richiede che l’utente tolga lo sguardo dalla strada per fare altro come utilizzare uno smartphone. Nel 2014, dei 967mila incidenti dovuti a distrazione, il 7 per cento (l’1 per cento degli incidenti stradali totali) è stato causato dall’utilizzo dei cellulari, per un totale di 33mila persone ferite.

 

Consigli di buon senso - "Queste linee guida di buon senso aiuteranno i progettisti di smartphone a creare prodotti che riducano la distrazione al volante", ha detto Anthony Foxx, segretario dei trasporti, sul sito dell’Nhtsa. "Con milioni di americani sulle strade per il giorno del Ringraziamento, sono ancora troppi quelli messi a rischio da guidatori distratti da cellulari".

Leggi tutto