Nove smartphone su dieci nel mondo hanno Android

Android, il sistema operativo mobile più diffuso (Getty Images)
1' di lettura

Numeri da record nel terzo trimestre del 2016 per il sistema operativo di Google secondo i dati di Strategy Analytics

Android, il sistema operativo mobile di Google, è installato su quasi nove smartphone su dieci nel mondo stando ai dati riportati da Strategy Analytics. Un traguardo da record, relativo alle consegne globali di dispositivi nel terzo trimestre 2016.

 

Una diffusione da record – Tra luglio e settembre di quest'anno sono stati consegnati nel mondo 375 milioni di smartphone. Secondo i dati di Strategy Analytics, quasi l’88 per cento di questi dispositivi è equipaggiato con il sistema operativo mobile Android. Confrontando questo dato con quello relativo allo stesso periodo del 2015, le vendite di telefoni prodotti da Google hanno avuto un incremento di 10 punti percentuali. È un risultato ancora più significativo se confrontato con i numeri dei competitor diretti come Apple i cui iPhone sono scesi del 5,2 per cento rispetto a un anno fa. Il sistema operativo Ios occupa poco più del 12 per cento del mercato. Tra gli altri, Windows Phone e Blackberry in prima linea, sono calati di ben 85 punti percentuali andando a occupare appena lo 0,3 per cento del mercato.

 

Leadership indiscutibile – “La leadership di Android sul mercato globale degli smartphone sembra al momento inattaccabile”, ha detto Woody Oh, direttore presso la Strategy Analytics. “I suoi servizi a basso costo e i software user-friendly attraggono produttori di hardware, operatori e consumatori di tutto il mondo”. Secondo Oh, però, ci sono ancora dei margini di miglioramento che derivano dal superamento di alcune debolezze: “La piattaforma Android è sempre sovraffolata. Sono pochi i fornitori di dispositivi con questo sistema operativo che fanno profitto. In più la nuova gamma Pixel di Google sta attaccando i suoi stessi partner hardware che hanno reso così popolare Android”.

 

Google e l’Antitrust – Intanto l’11 novembre, Google dovrebbe consegnare alla Ue la sua risposta formale sull’indagine aperta nei confronti di Android in materia di concorrenza per un presunto abuso di posizione dominante. Nell’attesa ieri Big G ha dato all’Antitrust europeo la sua risposta formale a due delle tre “Statement of objection" ricevute. Google ha spiegato come la sua condotta relativa ai servizi “Google Shopping” e “AdSense for Search” non restringa la concorrenza e tantomeno danneggi i competitor più piccoli diversamente da quello che invece sostiene la Commissione.

Leggi tutto