Intelligenza artificiale, ricavi per 8 miliardi di dollari nel 2016

Il settore dell'intelligenza artificiale è in continua espansione (Getty Images)
1' di lettura

Secondo le stime della società di analisi Idc il reddito globale generato da queste tecnologie potrebbe superare i 47 miliardi entro il 2020

La diffusione di sistemi cognitivi e tecnologie basate sull’intelligenza artificiale è ormai certificata dai numeri. A confermarlo i dati diffusi dalla società di analisi Idc (International Data Corporation): secondo queste stime, infatti, i ricavi globali derivanti dai sistemi di intelligenza artificiale si aggirerebbero nel 2016 intorno agli 8 miliardi di dollari. Una cifra che, sempre in base ai calcoli dell'Idc, è destinata a crescere e superare i 47 miliardi entro il 2020.

 

Mercato in crescita esponenziale – Le rilevazioni dell'Idc sottolineano come il settore potrebbe avere un tasso di crescita annuale del 55,1%: un dato che indica sostanzialmente la crescita media stimata su un periodo di tempo di alcuni anni, in questo caso dal 2016 al 2020. “Gli sviluppatori di software e le organizzazioni degli utenti hanno già iniziato il processo di inserimento e distribuzione di intelligenza cognitiva-artificiale in quasi ogni tipo di applicazione o processo aziendale”, ha detto David Schubmehl, direttore della ricerca, analisi dei contenuti e sistemi cognitivi presso l'Idc. E i ricavi derivanti dai sistemi hardware (server e dispositivi di memorizzazione) potrebbero avere una crescita altrettanto veloce, stimata sui cinque anni a una quota superiore al 60%.

 

I campi di applicazione dell’intelligenza artificiale –Tra i campi di applicazione dei sistemi cognitivi rientra la lotta alle frodi nel settore bancario che, non a caso, nel 2016 è quello che ha investito di più in queste innovazioni, seguito da sanità e produzione discreta, ovvero quella relativa a beni che è possibile considerare individualmente come automobili, aeroplani o elaboratori.

 

Chi investe di più – Stati Uniti e Canada sono i due Paesi che in assoluto hanno investito di più in sistemi cognitivi e di intelligenza artificiale nel 2016 con ricavi che, secondo l'Idc, si aggirano attorno ai sei miliardi di dollari. Seguono Europa, Medio Oriente e Africa, anche se si stima che entro il 2020 i Paesi dell’area asiatica e del Pacifico potrebbero colmare il gap con questi ultimi.

Leggi tutto