I cinque consigli di Facebook per combattere il bullismo

Una ragazza mentre utilizza un computer (Getty Images)
1' di lettura

Il social network ha presentato un nuovo servizio che mette a disposizioni degli utenti le istruzioni per imparare a proteggere la propria privacy. C'è anche un centro d’aiuto in caso di violenze 

Facebook ha lanciato una nuova versione del proprio Centro per la sicurezza. All’interno di questo servizio, dedicato alla tutela di adulti e bambini, ci sono diverse sezioni, fra cui una contro il bullismo, con consigli specifici per genitori, insegnanti e per i più piccoli.

 

 

Puoi sempre chiedere aiuto – Creata in collaborazione con il Centro per l’Intelligenza emotiva dell’università di Yale nel 2013, la sezione dedicata alla lotta al bullismo ricorda agli utenti che questo fenomeno può verificarsi ovunque e assume varie forme: si va dal diffondere false voci a pubblicare foto inappropriate, fino alle minacce. "Bullismo significa essere cattivi o offensivi arrivando a spaventare o ferire un'altra persona" si legge sulla pagina dedicata.

Per evitare queste situazioni Facebook consiglia di fare molta attenzione anche a ciò che si scrive sul social network e, nel caso si fosse vittime, di utilizzare gli strumenti messi a disposizione per ricevere aiuto. "È una risorsa per ragazzi, genitori e insegnanti alla ricerca di un punto di riferimento per la prevenzione e gestione del bullismo – spiegano Antigone Davis, Capo della sicurezza globale, e Laura Bononcini, responsabile public policy di Facebook in Italia – e oggi siamo lieti di collaborare con quasi 50 partner in tutto il mondo per renderla disponibile su scala più ampia".

 

Cinque consigli per la privacy – In generale, il nuovo Centro per la sicurezza ha un approccio molto pratico con dei video di facile comprensione che spiegano agli utenti come condividere i propri pensieri o le proprie esperienze senza correre pericoli. Nello specifico si possono trovare le istruzioni per:

- proteggere l’accesso al proprio account;

- evitare che il profilo sia vittima di hackeraggio;

- utilizzare lo strumento delle segnalazioni quando si riscontra qualcosa che non dovrebbe essere su Facebook;

- scegliere il pubblico con il quale condividere i propri contenuti; controllare i tag nelle foto, cioè approvare o rifiutare le menzioni degli amici;

- imparare a controllare le nuove richieste di amicizia per non stringere legami con persone indesiderate.

Leggi tutto