Samsung, i problemi del Note 7 frenano lo sviluppo del Galaxy S8

Uno smartphone della casa coreana Samsung (Getty Images)
1' di lettura

La causa delle batterie in fiamme non è ancora stata chiarita. Per cercare risposte, il gruppo sta drenando risorse allo sviluppo del prossimo smartphone

Il Galaxy Note 7 non sta pesando solo sul bilancio ma anche sullo sviluppo dei prossimi dispositivi Samsung. Colpa dell'incertezza: il gruppo sudcoreano non ha ancora dato una risposta chiara sulle cause che portano le batterie a incendiarsi. E prima di avanzare con altri progetti intende fare luce sulla questione. Per questo, scrive il Wall Street Journal, Samsung avrebbe dato ai suoi ingegneri una priorità: capire perché il Note 7 va in fiamme. Parte del team sarebbe quindi stato dirottato su questo focus, fermando da due settimane lo sviluppo del Galaxy S8, il dispositivo che dovrebbe rilanciare il marchio. Una sosta che rischierebbe di far slittare il suo lancio, previsto per il febbraio 2017.

 

I dubbi di Samsung – Dopo le prime segnalazioni di combustione, Samsung aveva subito individuato il problema nelle batterie. Ma a due mesi di distanza, il gruppo, ammette una portavoce al Wall Street Journal, “non ha ancora identificato con precisione la radice del problema”. Il difetto, che inizialmente si ipotizzava circoscritto a un solo fornitore di batterie, potrebbe riguardare i materiali, il software di gestione della ricarica o l'intera progettazione. Samsung starebbe vagliando anche un problema di struttura: la batteria sarebbe troppo piccola rispetto alla capacità di immagazzinare energia necessaria al Note 7.

 

Nuovi fornitori e promozioni – Samsung stima che il costo del Note 7 in circa 5 miliardi di dollari. Secondo alcuni analisti, però, le cifre potrebbero lievitare fino a 17 miliardi, perché impatterebbe non solo sul semestre in corso ma anche sulla reputazione del marchio coreano e della gamma Note (che fino a ora era riuscita a imporsi, con più di 10 milioni di dispositivi venduti). L'assenza del phablet lascia campo libero a Apple. Secondo il Korea Herald, nella patria di Samsung l'iPhone 7 ha venduto finora il doppio rispetto al suo predecessore. Ecco perché la casa coreana sta spingendo molto sulle promozioni. Non solo sui dispositivi attualmente sul mercato ma anche sui prossimi (S8 e Note 8). Il nuovo piano riserva agli utenti che hanno acquistato e riconsegnato il Note 7, uno sconto del 50% sulla prossima generazione di Galaxy. Nella speranza che i ribassi funzionino, Samsung sarebbe in trattativa per riorganizzare gli accordi con i propri fornitori, proprio nel settore delle batterie. Per il Note 8, il gruppo starebbe trattando con LG Chem. Anche se non è ancora chiaro che l'eventuale accordo sostituirebbe o affiancherebbe gli attuali produttori, Amperex Technology Limited e Samsung SDI.  

Leggi tutto