Filippo Magnini tra i finalisti di Celebrity MasterChef Italia

Inserire immagine

Chi l’avrebbe mai immaginato? Il capitano della Nazionale Italiana di nuoto è uno chef provetto e si è fatto largo tra i suoi avversari arrivando dritto in finale: riuscirà a portarsi a casa la vittoria? Scoprilo in prima tv assoluta, giovedì 6 aprile su Sky Uno alle 21.15. Nell’attesa leggi l’intervista

di Barbara Ferrara


Due volte campione mondiale, diciassette titoli europei, segni particolari “nuotatore stileliberista appassionato e curioso”. Filippo Magnini, classe 1982, capitano della Nazionale Italiana di nuoto ha già vinto la sua sfida nelle cucine di Celebrity MasterChef Italia: nelle insolite vesti di chef, è arrivato in finale sbaragliando la concorrenza dei suoi avversari, e giovedì 6 aprile scopriremo se sarà lui a vincere la gara battendo Marisa Passera, Nesli e Roberta Capua. Comunque vada, vederlo alle prese ai fornelli è stata una piacevole sorpresa, del campione abbiamo scoperto un volto inedito. In attesa della gran finale abbiamo incontrato Magnini per conoscerlo più da vicino e per scoprire che la sua passione culinaria è nata in famiglia spiando la mamma e la nonna ma è poi cresciuta nel tempo. Per ovvie ragioni, Luca è molto attento al cibo, è onnivoro ma non proponetegli trippa, frattaglie o simili perché proprio li detesta. Da fan accanito di MasterChef Italia, ci tiene a fare bella figura, “come ogni sportivo sono molto competitivo e voglio fare del mio meglio”.

 

 

Come nasce la sua passione per la cucina?
Nasce in famiglia, ma soprattutto dalla necessità di dover mangiare bene. Ho iniziato a cucinare quando mi sono trasferito da Pesaro a Torino. Negli anni ho imparato che quello che mangi è la benzina che serve nelle le gare, devi saper mangiare bene.
Cosa intende?
Devi conoscere alcune cose importanti, cos’è più leggero, cos’è più pesante, quello che puoi permetterti e quello che invece devi evitare. Ciò che mangio deve essere equilibrato.
Cosa non può mancare nel suo frigo?
Detto quanto sopra, mi vergogno a dirlo: la maionese.
Allora è vero che le sue passioni sono il sushi e la maionese.
Sì, quella per la maionese nasce con me, in famiglia, noi a Pesaro mangiamo la pizza con maionese, per capirci.
Per la dieta di uno sportivo non è il massimo.
Sì, lo ammetto, però è anche l’unico vizio che ho.
Il suo piatto preferito?
Sono quelli che si mangiano eccezionalmente: le melanzane alla parmigiana di mia mamma sono uniche.
Quando si allena invece?
Durante i miei periodi di allenamento mangio la pasta al pomodoro, oppure con lo sgombro, le noci. Tanto pesce, proteine, ma anche frutta e verdura a volontà.
A Celebrity MasterChef l’ansia da competizione si fa sentire?
Siamo diventati un bel gruppo nonostante l’ansia ci sia, eccome. C’è molta adrenalina: vai a fare una cosa che non è il tuo mestiere e non vuoi fare figuracce, da sportivo e competitivo quale sono, voglio far bene e non è facile. Tutt’altro è stato molto difficile, ma il bel gruppo che siamo diventati ha fatto sì che fosse una esperienza indimenticabile.
Chi porterebbe a cena?
Chiunque abbia il coraggio di venire a cena con me. Scherzi a parte, porterei a cena i giudici.
Il suo cavallo di battaglia?
Lo sto ancora scoprendo.
Cosa ha portato al provino?
Un piatto di pasta fatta a mano da me, con sgombro, noci e curry.
Il momento più difficile a Celebrity?
La prima puntata: non credevo fosse così difficile, io sono un fan del programma, la cosa più difficile è fare la spesa in due minuti, sai che non puoi dimenticare niente, altrimenti sei spacciato, devi avere un buon compagno di brigata che ti aiuta.

 

TAG: