Eliminata Barbara D'Aniello, l'apolide di MasterChef: l'intervista

Inserire immagine

Barbara D'Aniello si è tolta il grembiule. Aspettando la nuova puntata di MasterChef Italia, in programma giovedì 2 febbraio alle ore 21.15 su Sky Uno, la abbiamo incontrata e intervistata

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Cucinare, cucinare e cucinare: questa la trinità di Barbara D'Aniello che ha lasciato MasterChef nella puntata di giovedì 26 gennaio. Il sorriso, il giorno dopo, è amaro ma non cancella la consapevolezza di avere fatto tutto e nel migliore dei modi. Aspettando la nuova puntata di MasterChef Italia, in programma giovedì 2 febbraio alle ore 21.15 su Sky Uno, la abbiamo incontrata e intervistata.

Barbara ha dei rimpianti?
Rifarei tutto quello che ho fatto. Non voglio apparire presuntuosa ma sono convinta del mio percorso a MasterChef.
Come l'hanno accolta a casa?
Mia figlia ha detto: finalmente si mangia. E anche il cane era felice. Durante la mia assenza è statao quasi sempre nascosto.
Ha un piatto forte?
Un genere più che un piatto, il pesce.
Preferenze?
Quelli dimenticati, quelli che costano poco, mi piace esaltarli. E ottimizzo il costo della spesa.
MasterChef le ha fatto conoscere qualcosa di nuovo?
Il Blu di Morozzo non lo conoscevo, d'altra parte non amo i formaggi erborinati.
Un momento difficile.
Sì, ma di apertura mentale. Io con quel formaggio dovevo preparare un dolce, ne ho inventati quattro e ho preso consapevolezza che in cucina puoi fare qualunque cosa. Non ci sono limiti.
Ora che farà?
Vorrei mettermi alla prova in più realtà. Potendo andrei sicuramente a New York perché è un crogiuolo di razze, i luoghi multietnici mi intrigano molto. Anche Berlino mi attira.
Chi vorrebbe cucinasse per lei?
Antonino Cannavacciuolo.
Nata a Napoli, vive a Verona...
Mi sento di potere portare le mie radici in qualunque posto del mondo. Non ho una appartenenza geografica.
Un piatto altrui che la ha colpita?
A Napoli c'è un forno antichissime fanno le paste ricce e le frolle speciali. Si chiama Attanasio: quando ci vado esco sempre con un cabaret gigante!

TAG: