Laura Pausini a EPCC: "Mi diverto con Cattelan poi vado a San Siro"

Inserire immagine

Epcc torna giovedì 26 maggio per un'ultima imperdibile puntata: ospiti di Alessandro nel late night show di Sky Uno saranno il cestista Danilo Gallinari e Laura Pausini, che dopo avere giocato con "fenomeno Cattelan" affronterà il tour estivo, che parte con un doppio San Siro. Aspettando di vederla giovedì alle 23.10 su Sky Uno a E poi c'è Cattelan, la abbiamo intervistata

di Fabrizio Basso

Per affrontare un doppio San Siro (e poi un Olimpico a Roma e l'Arena della Vittoria a Bari) serve una preparazione speciale e dunque non si può prescindere dal mettersi in gioco e divertirsi con Alessandro Cattelan a EPCC. Laura Pausini, che il 4 giugno debutta proprio a San Siro con le sue date estive è ospite, insieme al cestista Danilo Gallinari, dell'ultima puntata di questa edizione di E poi c'è Cattelan, in programma su Sky Uno giovedì 26 maggio alle ore 23.10.

Laura Pausini conosce già San Siro. Come conosce il mondo. E saprà come stupire i suoi fan, che sono tra i più caldi in assoluto. Come non ricordare il San Siro del 4 giugno 2007 quando sulla stadio si avvinghiò il diluvio ma lei seppe, con la musica, le parole, l'energia scaldare 70mila persone che hanno ballato per oltre due ore come fossero in una spiaggia tropicale? Laura Pausini è meccanica e cuore. Più cuore che meccanica anche se quando si sta lassù, dove sta nei, nell'empireo delle popstar, nulla può essere lasciato al caso.

L'attesa è alta. Il prato è il punto più ambito perché si è più vicini a lei, perché si può ballare e saltare. Laura Pausini a San Siro è qualcosa che va oltre il semplice concerto. E' un rito collettivo per almeno quattro generazioni. Lei è il Von Karajan del Pop (sì, quello con la "p" maiuscola) che dal palco dirige un popolo, il suo. Quello che la segue da oltre vent'anni e che con lei è cresciuto. Gli sguardi e le attenzioni che dedica ai fan sono rare a quei livelli. Con lei la sorpresa è sempre dietro l'angolo, con lei l'emozione corre sempre sulla pelle.

Cosa le piace di EPCC?
Che ci si diverte tantissimo!!! Alessandro Cattelan è un fenomeno a mettere a proprio agio le persone e di conseguenza la voglia di giocare insieme scatta immediatamente.
Che pensa di Cattelan?
Bravissimo! Niente da dire. Super professionale, ironico, acuto…davvero TOP!
In Italia è finalmente arrivato un late night show: lei che girando il mondo ne ha visti molti, come spiega questo ritardo tutto italiano?
Non sono un’esperta ma anche il fenomeno dei talent in Italia è arrivato qualche anno dopo. Probabilmente siamo un pochino più cauti nell’innamorarci delle cose, ma poi ci appassioniamo in modo unico.
Fosse lei la conduttrice a quale prova sottoporrebbe Cattelan?
La prova quiz sulle serie tv, ma le domande le farei io.
E' tutto pronto per San Siro, l’Olimpico e Bari?
Certo! Non vedo l’ora…siamo vicini alla doppia data di San Siro e sono gasatissima…
I fan chiedono in scaletta Viaggio con te e Mi dispiace, che dal vivo non ha mai fatto: potrebbe essere la volta buona?
Questa volta è stata davvero dura fare la scaletta , ci sono diverse sorprese, ma non posso anticipare nulla…se no che sorprese sono!
Ora che è mamma come si approccia a una brano come Mi Dispiace che racconta il suo rapporto con la madre?
Mi dispiace è un brano importante, maturo. Oggi sono brani come E’ a lei che devo l’amore che rappresentano questo mio momento di mamma.
Dobbiamo aspettarci novità nella band?
Un tripudio di cori.
Come arriverà in mezzo al popolo del prato? Un corridoio oppure un palco-isola?
Lo vedrete prestissimo! L’inizio è davvero emozionante e speciale: ripeto non voglio anticipare nulla, voglia stupire.
Che succederà durante l'incontro con i fan tesserati?
Assisteranno al soundcheck prima dei concerti, è un’esclusiva dei soci del fan club ufficiale e io mi diverto molto con loro, spesso canto anche quello che mi chiedono al di là della scaletta.
Manca l'ospite del 4 giugno a San Siro...si vocifera Lorenzo Jovanotti…
No, Lorenzo è fuori Italia e ha scelto di allontanarsi per un po’ dalle scene. La collaborazione con lui è stata bellissima, mi piace tantissimo come lavora, la sua generosità. La sua Innamorata è arrivata in un momento perfetto e descrive perfettamente il mio stato d’animo. Non l’ho mai cantata dal vivo e non vedo l’ora di ballarla con il pubblico degli stadi.
Risulta che a Imola le abbiano fatto una festa di compleanno (Laura ha compiuto gli anni il 16 maggio, ndr)...
E' vero, ho festeggiato con i "miei" durante le prove. E adesso siamo tutti settati sul tour che ci aspetta.

TAG: