Jake La Furia: EPCC è buona Tv. Fuori da qui per Cattelan...i serpenti

Inserire immagine
Jake la Furia (foto Balsamini)

Ospite di Alessando Cattelan a EPCC è Jake la Furia. In sabbatico dai Club Dogo, sta presentando il suo secondo album da solista Fuori da Qui, ma a E poi c'è Cattelan (il giovedì alle ore 23 su Sky Uno) si metterà in gioco al di fuori della musica. Lo abbiamo intervistato

di Fabrizio Basso

Fuori da Qui è tutto un altro mondo. E lo sa bene Jake La Furia che, in trasferta dai Club Dogo, racconta il suo secondo album da solista e come vetrina per farlo, e mettersi in gioco, ha scelto E poi c'è Cattelan, il late night show di Sky Uno condotto da Alessandro Cattelan in programma il giovedì alle ore 23. Il 5 maggio in studio, oltre a Nina Zilli, troveremo Jake La Furia: nell'attesa lo abbiamo intervistato.

Il suo nuovo disco è molto ricco, di contenuti, idee, musica...
Ho registrato quasi il doppio di quello che ascoltate. C'è dietro un lavoro molto più intenso rispetto al precedente Musica Commerciale.
Che comunque è stato certificato disco d'oro.
Una soddisfazione ma a rileggerlo oggi in quel periodo io ero molto stanco;: arrivavo da un intenso tour con i Club Dogo e lo ho registrato in una manciata di mesi. Fuori da Qui ha avuto un anno di gestazione.
Le piace correre da solo?
Ho una carriera solista da costruire. terminata la promozione farò un po' di dj-set e dopo l'estate partirà il tour.
Se la prende comoda.
La frenesia fa male alla musica.
Eppure il rap è frenetico.
Attraverso una fase di transizione. Esco da una età...e devo imparare a relazionarmi con gente più adulta. E' una scelta ben precisa.

Il primo singolo è stato El Chapo.
Il ritorno del boss è uno stereotipo del rap. Un singolo di impatto, l'ultimo di quelli prodotti.
Il brano che è il titolo del disco è un featuring con Luca Carboni.
Tra artisti c'è spesso stima anche se non traspare. Lui è molto cantautorale, è bravissimo nel raccontare le storie. Poi con sono Luca lo stesso è tornato alla grande. Abbiamo chiacchierato, ha condiviso questa mia idea.
Ha dimostrato di essere intonato, lavorando da solista.
Sono fortunato a esserlo. Anche se oggi più si è stonati più si è riconosciuti.
Si è divertito a EPCC?
Come un pazzo. Perché lo guardo sempre. Speriamo duri a lungo, è buona televisione.
Cosa fa la differenza?
A me non piace prendermi troppo sul serio e qui è possibile. Ed E Poi c'è Cattelan è buona televisione.
Alessandro Cattelan le ha imposto prove complesse, che vedremo in televisione: come si vendicherebbe?
Gli farei fare un giro nella gabbia dei serpenti.
Li ha sempre?
Come le ho detto sono in una fase anagrafica di transizione per cui li ho dati in appalto. Ho un gatto.
Davvero? Lei che fu tra i primi ad accudire a rettili.
Tra i primi famosi. Gli voglio bene ma ora sto col mio gatto, con lui è più facile avere un rapporto.


TAG: