Valerio degli Street Clerks, tra la chitarra classica e una idea rap

Inserire immagine

Torna E Poi c'è Cattelan e con il late night tornano gli Street Clerks. Vi raccontiamo Valerio Fanciano, voce e chitarra della band toscana. Intanto Epcc, il late night show di Alessandro Cattelan, va in onda in prima tv tutti i giovedì alle ore 22.10 su Sky Uno

di Fabrizio Basso

La chitarra acustica di EPCC ha un nome, si chiama Valerio Fanciano. E' lui la sei corde degli Street Clerks, la resident band di EPCC. Dopo avere più volte raccontato la band toscana nella sua coralitò, questa volta vi presentiamo i suoi musici uno ad uno. Oggi si racconta Valerio Fanciano. Intanto Epcc, il late night show di Alessandro Cattelan, va in onda in prima tv tutti i giovedì alle ore 22.10 su Sky Uno.

Cosa penss quando canti hashtag #EPCC?
Dipende...solitamente penso di essere molto contento di far parte di un programma tanto divertente e stravagante, soprattutto quando componiamo jingles così forti da pensare che possa divenire una possibile canzone degli Street Clerks.
L’esperienza più bella di tutte le edizioni?
Per adesso sicuramente riarrangiare e suonare con De Gregori La leva calcistica del '68. Ero in una sorta di "trance", ripensavo a quando mia madre me la faceva ascoltare da bambino. Insomma ho rivisto tutta la mia vita e ho provato un forte senso di realizzazione e soddisfazione, e anche un po' di malinconia.
La collaborazione dei sogni a #EPCC?
Sta per arrivare, bisogna pazientare ancora un pochino. Un indizio? È un ospite internazionale, ne saprete di più prestissimo.
Ci racconta Alessandro Cattelan?
Ale è il compagno di banco perfetto. Non c'è persona migliore con cui vivere esperienze leggere o importanti grazie alla sua spensieratezza e al suo umorismo contagiante ma sempre intelligente e sensibile.
Dopo Fuori che arriverà?
Abbiamo un singolo pronto a uscire e molte altre canzoni, dobbiamo solo decidere in che forma presentarle al mondo, se fare un disco, un Ep o appunto un singolo. Ma è una decisione che prenderemo in questo mese comunque. Stay tuned!
Fosse lei il conduttore e Cattelan l'ospite che cosa gli farebbe fare?
Una cosa che provammo per gioco a fare anche nella prima edizione e che mi piacerebbe replicare in puntata è una gara di rap a colpi di freestyle. Quando lo provammo fu da ridere alle lacrime...appena lo vedo glielo ripropongo!
Un ricordo di X Factor?
Un misto fra l'esperienza più intensa e incredibile della mia vita e una gabbia di matti. Alcuni ricordi rimarranno per sempre, belli e brutti, ed è sempre bello rivedersi con gli altri compagni di avventura e ripensare a quella esperienza.
I tre più grandi nella storia col tuo strumento?
Le dico chi mi ha fatto imbracciare la chitarra acustica senza potermene più privare: Noel Gallagher degli Oasis, Fran Healy dei Travis e i Beatles in generale.
Tre aggettivi per i suoi compagni di viaggio?
Francesco è pazzo, Cosimo è elegante, Alex è saggio.
Su FaceBook c'è scritto: genere Pop'n'Roll-New Folk...tradotto?
Ahah...vuol dire che ci piacciono sonorità semi-acustiche, melodie beatlesiane ma dal vivo in fondo facciamo a chi schitarra più forte. Non riusciamo a tenere fermi piedi, teste e mani..insomma it's only rock'n'roll!

TAG: