Esce il videoclip di "Bianca" feat. Carmen Consoli degli Afterhours

Inserire immagine

Lunedì 27 novembre è uscito il nuovo videoclip di ‘Bianca’ feat. Carmen Consoli, singolo che anticipa “Foto di Pura Gioia”, album che racconta 30 anni di carriera degli Afterhours uscito il 17 novembre. Il 10 aprile invece si chiuderanno i festeggiamenti con l'unica data del 2018 al Mediolanum Forum di Assago a Milano. 

Gli Afterhours e Carmen Consoli negli anni, hanno percorso strade diverse ma parallele, hanno condiviso parte di un'esperienza musicale e una visione comune della musica. Era ora che finalmente si incontrassero sul piano comune della canzone d'autore”. Con queste parole, Manuel Agnelli racconta la collaborazione con Carmen Consoli che duetta con lui in ‘Bianca', il nuovo singolo degli Afterhours, qui in una versione completamente riarrangiata e risuonata, che anticipa l'uscita di Foto di Pura Gioia, album antologico in uscita il 17 Novembre per Universal Music Italia. 4 dischi, 76 tracce, un libro -scritto da Federico Fiume- che accompagna la versione deluxe dell'album e che raccoglie interviste e immagini molte delle quali inedite che ripercorrono i 30 anni di carriera della band di Manuel Agnelli.


“Durante la compilazione di questa antologia la nostra sala prove è stata distrutta da un incendio. È sembrato un segno molto netto: i tempi sono cambiati e bisogna slegarsi dal passato. La sala prove, che avevamo ormai da quasi dieci anni, era infatti anche il nostro covo, il nostro archivio e il nostro magazzino: oltre a una tonnellata di strumenti musicali, raccolti in giro per il mondo, c’erano nastri, Hard Disk, video, foto, articoli e memorabilia varie, tutta roba accumulata quasi casualmente e alla quale non davamo più nessun tipo di attenzione. Abbiamo sempre cercato di guardare avanti. Però, un centimetro dal perdere tutta la nostra storia, ci siamo resi conto di quanto quegli oggetti erano importanti per noi.


Quando, nel tentativo di salvare il salvabile, alcuni scatoloni si sono aperti e il contenuto si è rovesciato sul pavimento siamo stati costretti a raccoglierlo e, facendolo, a riaprire porte che avevamo sigillato. Riavere quelle cose fra le mani, rileggere, riascoltare ci ha proiettato all’interno di un viaggio bellissimo che sono felice di aver fatto. È stato molto emozionante. Mi sono divertito. Mi sono sentito orgoglioso. Questo libro e queste canzoni altro non sono che una piccola selezione di quanto abbiamo trovato. All’interno di questi pezzi, assemblati in maniera un po’ anarcoide e speriamo divertente, c’è una fotografia abbastanza precisa dell’evoluzione della band. Ci sono delle versioni alternative a quelle che poi sono finite su disco, ci sono dei demo di vario livello (anche cantati con un linguaggio inventato) che raccontano il modo creativo degli Afterhours e, soprattutto, ci sono quattro inediti del primissimo periodo che ci eravamo dimenticati di aver fatto. C’è sicuramente molto altro che siamo riusciti a sottrarre alle fiamme e appena avremo il tempo di dargli un’occhiata ve lo faremo sapere!

Il viaggio non è ancora finito, anzi semmai ricomincia qui. In quel viaggio c’eravate e ci siete anche voi.” Il trentennale, le cui “celebrazioni” sono iniziate a luglio con il tour Afterhours #30, vedrà la chiusura nell'unica, attesissima, data dell'anno prossimo, il 10 Aprile 2018, al Mediolanum Forum di Assago.

 


 

TAG: