Sabaku No Maiku e la "filosofia" del videogioco

Inserire immagine
Michele Poggi, Sabaku No Maiku

In attesa dei prossimi appuntamenti con SocialFace 2 in onda tutti i lunedì e giovedì alle 19.25 su Sky Uno e Sky Generation (canale 111 di Sky fino al 20 novembre), ecco l'intervista a uno dei creators più famosi del web: Michele Poggi alias Sabaku No Maiku, che sarà il "Direttore per un weekend" (quello del 19 e 20 novembre) di Sky Generation

 

di Helena Antonelli

 

Ispirazione emotiva e sensibilità formano Michele Poggi alias Sabaku No Maiku, 28 anni e più di centomila followers, non un semplice youtuber ma un content creator che come si legge sul suo canale youtube “con il mantra dell'assoluta qualità rispetto alla quantità, vive, narra, esplora ed enciclopedizza il videogioco”. Il suo obiettivo infatti consiste nell’approfondire, esplorando per filo e per segno il videogioco, per mezzo di narrazioni dai toni eloquenti e declamati; riesce a immergere il giocatore in un ecosistema ludico più definito.


Michele Poggi, conosciuto nel web come Mike of the Desert e fondatore del canale Youtube e admin del gruppo Facebook Dark Souls Italia, si presenta come un ragazzo particolarmente empatico e sensibile a cui bisogna riconoscere il merito di aver costruito un format singolare che ha lasciato un segno nel cuore degli appassionati. Intanto nel weekend del 5-6 novembre lo vedremo al comando di Sky Generation come “Direttore”, il nuovo canale targato Sky il cui lancio è previsto sabato 29 ottobre. Leggi l’intervista.


Solita domanda per rompere il ghiaccio, come ha iniziato?
La risposta devo dirglielo non è comune affatto. La mia è una storia particolare perché fino al 2013, quindi prima dei 25 anni, io non ho avuto una connessione internet a causa del Bel Paese.
 

Uno youtubers o creators senza connessione a internet?
Preferisco content creators, sono un video maker che lavora sulla piattaforma di Youtube. Ebbene si, ho avuto un analogico 56K fino al 2013, quindi il modo in cui ho iniziato non è stato altro che un’estensione di quello che facevo prima.

 

Vale a dire?

Ho sempre condiviso moltissimo la mia passione per i videogiochi che non è legata solamente al “giocare” ma al parlarne, in università ad esempio, e grazie alla piattaforma youtube ho portato tutto questo in video, io che provengo dal mondo della post produzione, ho di hobby creato dei contenuti su un canale online senza però conoscerne le leggi.

 

E poi cosa è successo?
Cercando dei risultati si rischia di interrompere il proprio lavoro a metà. Così ho deciso di portare a termine una serie e solo pubblicandola per intero ho riscosso “successo”, quando le persone hanno visto che avevo portato a termine qualcosa hanno cominciato a seguirmi.
 

Dietro il suo nickname, Sabaku No Maiku, mi aspetto un’altra bella storia! Me la racconta?
Ero un po’ invidioso da bambino dei miei amici che avendo una connessione internet creavano profili cambiando continuamente nickname, così quando è stato il mio turno volevo qualcosa che parlasse di me, del mio passato. “Michele del deserto”, primo nickname, nasce da un’esperienza particolare che ho avuto nel 2006 quando nel deserto del Sahara vidi l’eclissi totale. Per alcuni siti però risultava troppo lungo quindi il modo per accorciarlo era quello di tradurlo in giapponese ed ecco: Sabaku No Maiku.
 

Che tipo di pubblico la segue?
I miei followers sono adulti. Il mio lavoro non consiste soltanto nel giocare ai videogames, ma io discuto e alle volte inquisisco sull’industria, quella che creo sul mio canale è una vera e propria discussione il che è affascinante. Dai commenti che ricevo lo si capisce, sono molto lunghi e il più delle volte la piattaforma li identifica come spam.

 

Quanto tempo lavora al giorno?
Si è imprenditori di se stessi. Il vantaggio innegabile è che tecnicamente puoi gestirti, la piattaforma accetta tutto quello che le dai non ha dei ritmi, devi creali tu gestendoti. Con il mio carattere però c’è il rischio di fare orari folli saltando ogni tipo di festività compresi i weekend. Ovviamente nel tempo libero continuo a fare quello che amo ovvero giocare ai videogames.

 

E tra un videogioco e l’altro la vedremo direttore per un weekend di Sky Generation, il nuovo canale targato Sky.
Sky Generation va a ricoprire un pubblico esigente e preparato su quelli che sono i nuovi media. Chi sceglie Sky lo fa per l’offerta di contenuti massicci e di qualità che offre. Io ad esempio “nel mio weekend da direttore ho deciso” di inserire ne palinsesto la serie de Il trono di spade, la mia preferita!

TAG: